TANGO SILENCIO

0
YOUR ARTICLE TOP AD

SENSUALITA’ E ARMONIA NELLE OPERE DI MASSIMO PENNACCHINI

Armonia ed eleganza nella forza descrittiva della linea plasticità ed equilibrio nel definire forme e figure entro spazi ben definiti per raccontare le mozioni della vita tra passato e presente, ricordo e attualità, caratterizzano l’universo pittorico di Massimo Pennacchini (nato a Velletri), artista di fama internazionale che ha esposto non solo in Italia, ma anche in Europa fino a toccare  Stati Uniti e Cina. Capace di regalare atmosfere che dagli ambienti cittadini e metropolitani procedono verso gli spazi silenziosi e simbolici della natura morta con fiori, frutta e oggetti di diverso genere, per cogliere con tocchi originali la realtà delle regate, Pennacchini individua nel tango la tematica per eccellenza attraverso cui elaborare ancor più i ritmi e gli equilibri compositivi creando interazione tra le figure protagoniste di questa danza. Primo artista ad aver scelto il tango dove emerge ancor più l’essenza del  movimento di due corpi, uniti in un gioco di sguardi e gesti, espone le sue opere legate al tema presso SPAZIARTI Ungallery a Milano fino al 1 aprile 2016.

YOUR ARTICLE INLINE AD
mostra TANGO SILENCIO Massimo Pennacchini
mostra TANGO SILENCIO
Massimo Pennacchini

Lo spazio espositivo, con un orientamento del tutto innovativo rispetto agli schemi convenzionali con cui viene concepita l’arte, accoglie la bella mostra TANGO SILENCIO di Massimo Pennacchini densa di colori  dove si respirano le atmosfere calde ed avvolgenti di questo ballo, originario della regione del Rio della Plata, che vede la coppia rinascere ogni volta interpretando storie di passione e gelosia.

L’esposizione offre un percorso emotivo e psicologico attraverso gli straordinari dipinti dell’artista dove coppie di ballerini si stringono e si separano al ritmo ora lento ora veloce di un tango che li intreccia in un gioco di sguardi e seduzione senza fine. Immagini intense che diventano occasione per riscoprire stati d’animo ed emozioni dell’individuo nel suo interagire a passo di danza con passionalità e fierezza. Da un lato la figura femminile nel suo essere fragile e decisa, malinconica e seduttrice, dall’altra l’uomo con il suo ruolo di cavaliere e conquistatore che con maestria conduce il gioco delle parti dove a vincere si è sempre in due. Tra i danzatori è un susseguirsi di sguardi, gesti che donano alle stesse figure armonia e eleganza.

Massimo Pennacchini invita lo spettatore a guardare con stupore e meraviglia la bellezza di una danza sempre viva e immortale entrando in contatto con le emozioni che trapelano nell’incontro di due corpi, due spiriti: quello dell’uomo e della donna uniti nel ritmo di una melodia che cattura e avvolge. In una sorta di palcoscenico si possono ammirare coppie di ballerini di tango ripresi nei diversi movimenti, ma anche nell’attimo prima e dopo il ballo a cercare concentrazione e intimità. Pennacchini nel tango trova

mostra TANGO SILENCIO Massimo Pennacchini
mostra TANGO SILENCIO
Massimo Pennacchini

l’espressione più alta per raccontare la passione e la gelosia, la forza e la delicatezza, l’inquietudine e l’abbandono e poi la solitudine. Accanto a rappresentazioni in cui è dato risalto alla coppia ripresa a figura intera così da esprimere tutta l’energia e l’eleganza del passo e del movimento dei ballerini, è quella a mezzo busto dove è dato spazio agli sguardi ed al movimento delle braccia a sottolineare la forza del sentimento che emerge dalla danza. Così alla coppia di ballerini dove lui cinge la vita di lei rivolta a sinistra con il viso ad incontrare il volto di lui, seguono le due coppie di danzatori i cui passi scandiscono il ritmo carismatico della melodia trascinante dal sapore popolare e allo stesso tempo raffinato.

Interprete sensibile e attento della magia scenica tra visione ed emozione del tango la cui poesia apre ai colori della vita, Massimo Pennacchini nel sottolineare profili e movenze dei suoi protagonisti guarda al perfetto equilibrio tra figure e spazio privilegiando il linguaggio dei corpi sospesi nel tempo indefinito di una danza che imprigiona e libera. L’uso di una linea incisiva ed un colore deciso e vivace con prevalenza del rosso e del nero infondono armonia alle scene di questo racconto dove emergono gelosie e passioni, nostalgie e solitudini e nei cui sfondi si evince una connotazione decorativa ed emotiva molto intensa.

Silvana Lazzarino

 MASSIMO PENNACCHINI

TANGO SILENCIO

SPAZIARTI UnGallery

Corso Buenos Aires 23, Milano.

Orario::da lunedì a sabato dalle . 17:00 – 19:30

domenica e festivi su appuntamento

fino al 1 aprile 2016

Ingresso libero

Per informazioni telefono:348 970 1920

E-Mail: info@spaziarti.com

ULTIMI ARTICOLI DI SILVANA LAZZARINO PUBBLICATI SU  ildispari24.it

http://www.ildispari24.it/it/andrea-pinchi/

http://www.ildispari24.it/it/seme-creativo/

http://www.ildispari24.it/it/successo-per-marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/il-segreto-di-leonardo-da-vinci/

http://www.ildispari24.it/it/bulgari/

http://www.ildispari24.it/it/marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/palazzo-braschi/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-8-marzo/

http://www.ildispari24.it/it/escher-a-treviso/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-vaccarone-e-la-poesia-visiva/

http://www.ildispari24.it/it/ugolina-ravera/

http://www.ildispari24.it/it/concerto-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/tinto-brass-uno-sguardo-libero/

http://www.ildispari24.it/it/il-poeta-dellanno-2015/

http://www.ildispari24.it/it/de-chirico-a-ferrara/