PATRIZIA CANOLA A “WOMEN ART BRA “: BIENNALE DELLA CREATIVITÀ AL FEMMINILE (BRA’- CUNEO)

PATRIZIA CANOLA ESPONE A ‘WOMEN ART BRA”: LE SUE OPERE OLTRE IL TEMPO  AD ABBRACCIARE IL PENSIERO

Dove il cielo si unisce al mare a creare sinergie di colori che danzano in scie luminose al passare delle ore della giornata, dove i riflessi della luce si rispecchiano nelle acque cristalline dei ruscelli avvolgendo di sprazzi dorati le vegetazioni rigogliose circostanti, dove strati candidi di neve ancora fresca si confondono con le eleganti effigi di alberi spogli che si preparano al silenzio del risposo invernale, lo sguardo di Patrizia Canola si posa a catturare tanta bellezza. Pittrice di fama internazionale, da molti critici definita impressionista- macchiaiola, Patrizia Canola, nasce a Milano, ma ben presto dopo aver girato diversi luoghi dell’Italia tra Emilia Romagna, Umbria e Toscana si trasferisce in Brianza. sito privilegiato dove da forma e vita ad opere avvolgenti che raccontano dei suoni, dei respiri e silenzi della natura: una natura che si mostra serena e solare, ma anche nostalgica e misteriosa passando da boschi dove scorrono ruscelli dall’acqua limpida a marine, da paesaggi invernali attraversati da una luce abbagliante a nature morte, per arrivare a scenari dove ogni immagine è appena accennata, avvolta da chiarori di luci che definiscono la parte emotiva del pensiero. Con 40 anni di carriere l’artista vanta numerose e prestigiose mostre in Italia e all’estero: accanto a “Dalla Terra al Cielo” presso la Chiesa di San Francesco curata da Catia Monacelli e Francesca Sacchi Tommasi e “Paesaggi d’Ialina” presso il Centro Culturale Cajani a cura di Catia Monacelli entrambe a Gualdo Tadino nel 2016, ad “Art Walk”  a Venezia nel settecentesco Palazzo Zenobio (febbraio-marzo 2017),

Patrizia Canola, Incanto d'inverno
Patrizia Canola, Incanto d’inverno

citiamo la suggestiva personale “Nel respiro di Gaia. La Madre Terra” sempre a Gualdo Tadino (18-25settembre 2016) negli spazi dello Store San Benedetto, la Triennale di Arti Visive di Roma inaugurata da Achille Bonito Oliva unanimemente riconosciuto come il più importante curatore d’arte contemporanea (26 marzo 22 aprile 2017), la “Mostra Internazionale di scultura, pittura, fotografia, poesia e musica – Pitagora” a cura del Prof Mohammad Sazesh presso il Castello normanno di Santa Severina a Crotone (luglio–settembre 2017) e “Art  for Peace: Making a Difference” presso Villa Reale a Monza-Rotary (ottobre 2017).

Patrizia Canola, Va Pensiero
Patrizia Canola, Va Pensiero

La natura protagonista delle sue opere, dove campeggiano silenziosi paesaggi invernali con neve e ghiacciai, distese di campi di grano e fiori dalla tinte accese, e ancora  ruscelli, maestosi faggi, cieli a perdita d’occhio di cui colpiscono i notturni dai riflessi argentati, apre ad una compenetrazione visivo- emotiva senza eguali riportando in superficie desideri lontani, sogni in cui sperare. Ecco che gli infiniti luoghi della natura dove si alternano giardini in fiore, alberi secolari, striature argentee che nei cieli intrecciano geometrici arabeschi, invitano a guardare oltre, ripensando alla finitezza dell’individuo per interrogarsi sul senso di questa vita di cui si percepiscono i limiti. Raccontando della natura e dei suoi volti visibili e appena svelati, Patrizia Canola ha dato voce alle emozioni lungo il mosaico della vita. Emozioni che sembrano seguire quella luce che nei suoi dipinti crea trasparenze e spessori, riflettendosi nell’acqua e liberandosi nel cielo: una luce che ora sembra irrompere e palpitare fra i rami e le cime degli alberi come in ”Luci d’Autunno” (2015), ora fermarsi su quelle proiezioni di orizzonti dove i i ghiacciai diventano specchi per cieli quasi marmorei e custodi di verità come in “Incanto d’inverno” (2015). Proprio quest’opera “Incanto d’inverno” è tra le sei opere di PATRIZIA CANOLA che sono state scelte per la seconda edizione della Biennale della Creatività al Femminile: W.A.B. Women Art Bra, realizzata dal Comune di Bra (Cuneo) in collaborazione con la Consulta pe le Pari Opportunità.

Patrizia Canola, Silenzio
Patrizia Canola, Silenzio

La Biennale, che si svolge dal 2 al 18 marzo 2018 presso l’edifico Movicentro in piazza Caduti di Nassiriya, vetrina d’elezione per eventi a carattere artistico, musicale e culturale, vuole essere un omaggio alla creatività e all’arte realizzata dalle donne attraverso diverse tecniche e sfumature emozionali. Da sempre vivo palcoscenico di eventi a carattere culturale dove modernità e tradizione si incontrano, il Comune di Bra mostrando particolare attenzione alle diverse espressioni dell’arte, con questo evento ha voluto puntare sulle donne e sulla loro forte motivazione nel restituire attraverso l’arte la magia e la bellezza delle emozioni che ogni opera è capace di suscitare regalando ora scenari di malinconia e incanto, ora di solarità e armonia. Alla Biennale Patrizia Canola partecipa con sei stupendi,

Patrizia Canola, Futuro -
Patrizia Canola, Futuro –

dipinti che restituiscono l’immaginario racchiuso dentro ciascun individuo, quel lato inconscio e legato ali pensieri più reconditi che appartengono al cammino dell’uomo costantemente sospeso tra finito e infinito, verità e immaginazione. Nostalgia e silenzio, sogno e attesa, amore e libertà sono le tematiche che accompagnano i sei dipinti: “Incanto d’inverno” e “Silenzio”,  “Futuro” e “Sensazioni del nostro futuro”, “Madri” e “Va pensiero”.

Patrizia Canoa, Madri
Patrizia Canoa, Madri

Se di introspezione emotiva volta a recuperare legami col passato congelato nei labirinti della memoria, si parla in “Silenzio” e in “Incanto d’inverno” attraverso una natura immersa nel risposo che regala la stagione invernale; di interrogativi sul domani, sulle scelte che l’uomo può fare per decidere al meglio il suo futuro trattano i dipinti “Sensazioni del nostro Futuro” e “Futuro”. L’amore materno incondizionato e sempre presente quale sentimento che protegge e accoglie è descritto con tratti leggeri e avvolgenti in “Madri” dove le figure delle madri, in silenziosa conversazione, sono quasi impalpabili nella loro bellezza, allungate nel loro abiti morbidi a rappresentare l’infinita forza propria dell’affetto materno. In “Va pensiero”, che come “Futuro” e “Sensazioni del nostro futuro”  presenta  uno stile innovativo dove ogni segno o figura perde i contorni risultando impercepibile, il bisogno di libertà viene espresso dalla rappresentazione di figure eteree proiettate verso l’alto, quasi impercettibili e in simbiosi con il chiarore dello sfondo che avvicina a quella luce dove tutto rinasce e respira di nuova vita.

 

Silvana Lazzarino

 

W.A.B. – WOMEN ART BRA

2° Edizione della BIENNALE DELLA CREATIVITÀ AL FEMMINILE

Esposizione di arte contemporanea riservata alle Donne

edifico “Movicentro”

piazza Caduti di Nassiriya, Bra (Cuneo)

dal 2 al 18 marzo 2018

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/virgina-vandini-e-il-progetto-unicita-in-collaborazione-con-la-sapienza-di-roma/

http://www.ildispari24.it/it/rita-caccamo-a-rai-uno-con-strettamente-personale/

http://www.ildispari24.it/it/giuliana-conforto-seminario-introduttivo-sulla-fine-dei-tempi/

http://www.ildispari24.it/it/la-scrittura-il-segno-la-storia-il-senso-di-f-p-tanzj-f-fava-del-piano-p-perilli-s-madia/

http://www.ildispari24.it/it/pietro-gentili-il-suo-sguardo-verso-linfinito-nella-luce/

http://www.ildispari24.it/it/responsabilita-un-percorso-per-avere-a-cuore-se-stessi-con-francesca-di-sarno_-il-viaggio-delleroe/

http://www.ildispari24.it/it/francesca-di-sarno-counselor-emozioni-e-relazioni-con-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/toto-genio-la-grande-mostra-sul-principe-della-risata-in-corso-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/massimo-marinelli-via-ultima-costa-romanzo-giallo-presentazione-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/massimo-marinelli-via-ultima-costa-romanzo-giallo-presentazione-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/palazzo-barberini-presentazione-libro-la-riscoperta-del-seicento-i-libri-fondativi/

 http://www.ildispari24.it/it/pirandello-tra-musica-e-recitazione-allenoteca-letteraria-roma-quattro-fontane/

http://www.ildispari24.it/it/le-fotografie-di-henri-cartier-bresson-in-mostra-a-palermo/

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

 

    Altri articoli pubblicati su Emmegiischia di Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

 

 

Virgina Vandini e il Progetto Unicità in collaborazione con “La Sapienza” di Roma

 VIRGINIA VANDINI E IL SEMINARIO SULL’ACCOGLIENZA ALL’INTERNO DEL PROGETTO UNICITA’

Lungo il corso della propria vita dove si intraprendono scelte, decisioni non sempre facili, dove si è sicuri e fragili, dove spesso ci si scontra con il passato con quei condizionamenti che impediscono di procedere in piena autonomia, è importante agire con consapevolezza, in libertà tenendo sempre presente l’altro quale persona con cui relazionarsi e costruire legami, per un arricchimento reciproco che nasce dal confronto, dallo scambio e dalla possibilità di rivedere i propri punti di vista. Per giungere ad una piena consapevolezza di sé, delle proprie emozioni al fine di gestirle con equilibrio, anche attraverso il cambiamento, per costruire relazioni di scambio e confronto con l’altro senza giudizio, sono necessarie l’ascolto e l’accoglienza, ma il primo ascolto deve avvenire dentro se stessi. In questa società dove tutto corre troppo velocemente, dove regnano diffidenza e indifferenza si rischia di perdere la bellezza delle relazioni, dell’incontro con l’altro a partire dall’amore per se stessi e allo stesso tempo si perdono di vista i veri obiettivi. Questi aspetti, e molto altro sono al centro del lavoro di Virginia Vandini presidente dell’ASSOCIAZIONE IL VALORE DEL FEMMINILE, sociologa, supervisor trainer counselor ad approccio immaginale,; direttrice della Scuola di Counseling ad orientamento psico-corporeo e fondatrice del modello educativo-pedagogico basato sulla riscoperta del principio femminile trattato nel libro “Amore. Ascolto. Accoglienza. Le risorse del femminile in ognuno di noi”, presentato l’8 Maggio 2015 presso L’Università “La Sapienza” di Roma in occasione dell’omonimo convegno.

Virginia Vandini presidente de Il Valore del Femminile
Virginia Vandini presidente de Il Valore del Femminile

Attraverso corsi, seminari e incontri Virginia Vandini e il suo staff formato tra gli altri da Antonella Aloi, Francesca Di Sarno, Maria Lavinia Biasi, Elisa Mastrantonio, propongono il “cammino del counseling” come percorso di crescita e rinascita in cui ciascuno possa ritrovare se stesso in armonia con l’altro. Un percorso arricchito da seminari, corsi, convegni per acquisire comprensione e consapevolezza di se stessi, affinché ognuno possa trovare la propria libertà per amarsi veramente e amare così anche gli altri. Sull’onda della riscoperta di sé e della propria unicità con cui ridisegnare il proprio percorso e credere in se stessi, guida il progetto PORTATORI DI UNICITA’: INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA’ ideato e voluto da Virginia Vndini insieme al suo staff e realizzato in collaborazione con la Facoltà di Sociologia dell’università “La Sapienza” di Roma. Il progetto nel valorizzare l’unicità di ogni singolo si propone quale formula educativa volta a facilitare le persone nell’acquisizione di conoscenze, tecniche e strumenti e nello sviluppo di competenze e abilità per riconoscere la propria originalità e portare così i semi di questa esperienza nella vita di tutti i giorni. Oltre a valorizzare le qualità interiori, il percorso aiuta a sviluppare determinate abilità sociali quali empatia, profonda accettazione di sé e degli altri, compassione, gestione dello stress e dei conflitti sia interni sia esterni, e la capacità di trasformare un problema in un’occasione per dare voce alle proprie risorse.portatori-unicita-immag

Se il motivo della Libertà trattato da Andrea Pietrangeli ha aperto il ciclo dei sei incontri volti a riconoscere le proprie prerogative e risorse per il benessere interiore, è con lAccoglienza di cui parlerà Virginia Vandini il prossimo 2 e 3 marzo 2018, che si entra in contatto con la parte di sé più profonda facendo così vibrare tutte le sfaccettature delle tematiche affrontate in precedenza con cui è necessario confrontarsi. Accoglienza è sospensione del giudizio, è sedersi accanto a se stesso e all’altro senza mettere resistenze, è accettare ciò che si è e ciò che l’altro è, senza se e senza  ma. L’accoglienza è un insieme di prassi che ha inizio dalla “pulizia” di sé: pulire vuol dire liberarsi dai pregiudizi e coltivare la bellezza per essere pronti ad aprirsi al mondo, tenendo presente i confini e decidere come e quando e a chi aprirsi. Questo seminario con Virginia Vandini sarà una preziosa occasione per riscoprire la bellezza della spontaneità con cui guardare gli altri a partire dall’accettazione di sé.

Silvana Lazzarino

 

 

ACCOGLIENZA CON VIRGINIA VANDINI

PORTATORI DI UNICITA’

INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA’

Sede. Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione

in Via Salaria, 113. (aula B10)

Orari: Venerdì dalle 14.00 alle 20.00 e Sabato dalle 9.00 alle 14.00

giorni venerdì 2 e sabato 3 MARZO  2018

PER INFORMAZIONI info@ilvaloredelfemminile.it

 

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/a-san-gimignano-sulla-torre-grossa-alla-riscoperta-del-medioevo/

http://www.ildispari24.it/it/ad-agosto-appuntamento-con-lestate-romana/

http://www.ildispari24.it/it/toulouse-lautrec-racconta-la-belle-epoque-in-mostra-a-verona/

http://www.ildispari24.it/it/wunderkammer-raggi-cosmici-a-tolfarte-cin-eugenia-serafini-e-valerio-bocci/

 

 

 

PIETRO GENTILI: IL SUO SGUARDO VERSO L’INFINITO NELLA LUCE IN MOSTRA A ROMA

PIETRO GENTILI IN MOSTRA A ROMA A VILLA TORLONIA CON “SOGLIE DI LUCE” A COGLIERE L’OLTRE

Entro le diverse sfaccettature dei linguaggi dell’arte contemporanea esplorando ogni suo possibile canale di comunicazione dalla scultura alla pittura, dal gioiello alle installazioni, si indirizza il percorso artistico di PIETRO GENTILI (San Vito Romano 1932- 2008) che facendo uso di diversi materiali restituisce le emozioni della vita sottolineando l’aspirazione dell’uomo all’infinto a quell’oltre che si nasconde in ogni piccolo dettaglio della realtà a partire da quegli spiragli da cui affiora la luce. Un oltre luminoso e positivo, fatto di energie, che viene restituito ricreando immagini riferite a spazi aperti del cosmo e  del cielo,  agli angeli e alle porte. Sono questi i segni simbolo che caratterizzano il percorso espositivo di SOGLIE DI LUCE. OPERE DI PIETRO GENTILI, DAL 1970 AL 2000, la cui inaugurazione sarà a Roma il 16 febbraio 2018 alle ore 16.00 presso i Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette (in Via Nomentana 70) dove resterà aperta fino al 27 maggio 2018.

Pietro Gentili. mostra Soglie di Luce. Opera SFera
Pietro Gentili. mostra Soglie di Luce.
Opera Sfera

Promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, curata da Maria Grazia Massafra Responsabile del Museo della Casina delle Civette e Claudio Cerritelli docente di Storia dell’arte contemporanea, Accademia di Brera, la mostra, la prima personale dedicata all’artista nella Capitale dopo la sua scomparsa, mira a far conoscere il suo pensiero attraverso opere che grazie all’uso di diversi materiali- tempera, foglia d’oro e d’argento, sabbia, polvere di specchio, plexiglass, legno- restituiscono le attese, le speranze del viaggio dell’uomo in questa vita. Un viaggio in cui l’individuo è costantemente alla ricerca di se stesso proiettato a guardare oltre questo confine, oltre i suoi limiti a cogliere il vero senso del suo esistere. Verso l’infinito, verso la speranza e  la rinascita conducono infatti le 50 opere: scudi di angeli, cieli stellati, porte aperte su di uno spazio “altro”, giochi di superfici riflettenti, che hanno quale motivo comune la luce con il suo mistero e la sua armonia a rappresentare la “soglia” verso un’altra dimensione oltre il tempo a toccare quella spiritualità che è nascosta in ogni individuo, ma non pienamente riconoscibile. Anche l’uso di diverse tecniche come la foglia d’oro e l’argento a creare la smaterializzazione della superficie suggerisce l’inconsistenza corporea di questo elemento, la luce, fonte di equilibrio e di vita, di nuova vita; mentre le superfici

Pietro Gentili mostra Soglie di Luce, opera Scudo
Pietro Gentili mostra Soglie di Luce, opera Scudo

specchianti rimandano al motivo del doppio tra realtà e finzione, naturale e artificiale. Ad avvicinare l’uomo al senso del sacro, dello spirituale è la porta, immagine che qui indica il desiderio di scoprire cosa ci sia oltre, dove l’umano si congiunge al sacro. Così accanto a “Assoluto”, 1962 (foglia d’argento e tempera), “Arcangelo di luce gialla”, 1981 (sabbia, specchio, foglia argento e oro, tempera), “Collana carré con orecchini”, 1971; (tela, tempera, foglia oro, specchi), “Sfera”1975 (Tempera, specchi, metallo, legno) e “Il cielo”, 1975 (tempera e foglia oro) sono “Rifrazioni di luce in movimento”, 1968 (specchi, alluminio e tempera), “Scudo” 1989 (Tempera, foglia oro e specchio) e “Porta di luce rossa”1993 (tempera foglia oro, specchio, sabbia su tela)  solo per citare alcuni titoli di opere esposte.

Pietro Gentili mostra Soglie di luce, opera Scudo 1
Pietro Gentili mostra Soglie di luce, opera Scudo 1

Il curatore della mostra Claudio Cerritelli a riguardo afferma che l’immagine della “porta” si pone quale luogo del mistero conoscitivo dell’arte, soglia dove si avverte il desiderio e la ricerca della luce spirituale, percepita nella vastità senza fine del tempo. Un percorso originale dove non mancano richiami ad un filone di arte contemporanea di carattere mistico-simbolico-spiritualistico che si rifà al mondo orientale, alla religione e alla filosofia Zen.

All’inaugurazione accanto ai curatori Maria Grazia Massafra Responsabile del Museo della Casina delle Civette e Claudio Cerritelli Docente di Storia dell’arte contemporanea, Accademia di Brera, saranno presenti Francesca Caprioli Direttrice Artistica dell’Associazione Culturale Fabrica e Emanuela Gentili Archivio Gentili.

 

Silvana Lazzarino

 

Soglie di Luce. Opere di Pietro Gentili dal 1970 al 2000

Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette

Via Nomentana 70 , Roma

Orario da martedì a domenica ore 9.00-19.00 La biglietteria chiude 45 minuti prima

Chiuso lunedì, 1 maggio

dal 17 febbraio al 27 maggio 2018

Inaugurazione venerdì 16 febbraio ore 16.00

Apertura al pubblico dal 17 febbraio al 27 maggio 2018

 

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana  Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

 

 

 

 

Responsabilità un percorso per avere a cuore se stessi con Francesca Di Sarno “il Viaggio dell’eroe”

RESPONSABILITA’ CON FRANCESCA DI SARNO COUNSELOR CON IL VALORE DEL FEMMINILE. Il Viaggio dell’eroe e gli “archetipi”

In questo tempo dove tutto cambia velocemente e dove si perde sempre più di vista l’importanza della comunicazione, quella verbale fatta di scambio diretto tra persone, spesso indifferenti a quanto accade loro intorno, emerge il bisogno di ritrovare la capacità di ascoltarsi, prendersi cura di sé e della propria vita  per poi aprirsi agli altri e accogliere la loro specificità.

A proporre un viaggio verso l’ascolto di se’ e degli altri, a partire da un percorso di consapevolezza di se’ dove gestire emozioni e punti di criticità, conduce l’insieme delle attività proposte dal VALORE DEL FEMMINILE, associazione senza fini di lucro, di cui è presidente Virginia Vandini, direttore Centro Italiano Counseling Umanistico. VIRGINIA VANDINI, sociologa, counselor trainer, specializzata in counseling scolastico e consulente in psicogenealogia e costellazioni familiari, insieme ad Antonella Aloi, Elisa Mastrantonio, Anna Filippini, Francesca Di Sarno, Giuseppina Occhiuto e Maria Lavinia Biasi, per citare alcuni nomi dello staff, attraverso corsi, seminari e attività propongono il “cammino del counseling” come percorso di crescita e rinascita in cui ciascuno possa ritrovare se stesso in armonia con l’altro. Di grande interesse è il progetto PORTATORI DI UNICITA’: INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA’ ideato e voluto da Virginia Vandini con il suo staff e realizzato in collaborazione con la Facoltà di Sociologia dell’università “La Sapienza” di Roma. Esso intende valorizzare l’unicità di ogni singolo proponendosi quale formula educativa volta a facilitare le persone nell’acquisizione di conoscenze, tecniche e strumenti e nello sviluppo di competenze e abilità per riconoscere la propria originalità e portare così i semi di questa esperienza nella vita di tutti i giorni. All’interno di questo percorso per scoprire la propria unicità si entra in contatto con tematiche e  aspetti che riguardano  da vicino il vissuto quotidiano legato a emozioni e comportamenti.

Viaggio dell'eroe e gli Archetipi nel percorso sulla Responsabilità condotto da Francesca Di Sarno
Viaggio dell’eroe e gli Archetipi nel percorso sulla Responsabilità condotto da Francesca Di Sarno

Si è iniziato con il seminario sulla Libertà con Andrea Pietrangeli, cui sono seguiti quello sull’Amore con Daniel Lumera, sull’Ascolto con Antonella Aloi, sul Rispetto con Matteo Ficara e sulla Responsabilità presentato la scorsa settimana da Francesca Di Sarno. A chiudere gli incontri sarà Virginia Vandini con il tema dell’Accoglienza nel mese di marzo.

Francesca Di Sarno con grande professionalità ha illustrato gli aspetti benefici della Responsabilità da non confondere con  il senso del dovere che in molti casi risuona come un condizionamento esterno che impedisce di agire secondo una libera scelta. Prendersi la responsabilità vuol dire decidere come agire per se stessi con consapevolezza e in assoluta liberta, vuol dire legittimare se stessi. Ed è su questa sottile, ma fondamentale differenza che si è soffermata Francesca Di Sarno indicando come il prendersi la responsabilità parta da una visione interiore, centrata sulla persona, il senso del dovere prende invece le mosse dall’esterno e presenta dunque una decisione  dettata da altri. Quindi responsabilità è avere a cuore la propria persona e prendere in considerazione il proprio benessere diventando consapevoli del proprio potere personale. Il primo passo verso la Responsabilità è quello di individuare cosa sia meglio per se stessi e cosa possa produrre benefici, andando a vedere quali sono i condizionamenti da cui è necessario liberarsi. Durante il seminario ci si è soffermati su quanto sia importante per il raggiungimento della responsabilità entrare in contatto con se stessi facendo risuonare zone non completamente emerse del proprio orizzonte emotivo in particolare quelle ferite emotive che creano blocchi e resistenze per una sana gestione delle relazioni. A riguardo di grande efficacia sono stati gli esercizi sugli “Archetipi” che hanno permesso di confrontarsi con parti di se’ difficili da riconoscere ed esprimere. Partendo dalla definizione sugli “Archetipi” data dallo psicanalista e filosofo James Hillman che li definisce “i modelli più profondi del funzionamento psichico, come le radici dell’anima che governano le prospettive attraverso cui vediamo noi stessi e il mondo”, Francesca Di Sarno ha mostrato il lato luminoso e oscuro di queste figure simboliche – i 12 archetipi – che sono costantemente presenti nell’uomo e agiscono con maggiore o minore intensità a seconda del periodo della vita permettendo di procedere verso il viaggio dell’eroe .Se durante l’infanzia sono maggiormente attivi l’archetipo del Fanciullo e quello dell’Orfano, nell’età adulta entrano in azione anche altri come quello del Guerriero, dell’Angelo Custode, dell’Amante, del Distruttore tutti funzionali per giungere con la figura del Creatore ad un piena consapevolezza del proprio ruolo nella vita di cui si è partecipi pienamente e concretamente in modo attivo, e in questo entra in gioco la responsabilità cui richiama proprio la figura stessa del Creatore. Il viaggio continua e si proietta verso il completamento quando entrano in azione le attitudini dell’archetipo del Sovrano che invita a guardare la vita non solo con responsabilità, ma anche con atteggiamento consapevole e realistico, e al suo fianco sono il Mago che trasforma al meglio la realtà con pensieri positivi e il Saggio che guarda alla ricerca della verità su come realizzare la vita mostrando umiltà a partire da un ricerca interiore. E sempre al fianco del Sovrano è anche il Folle che indica energia primordiale, leggerezza, apertura mentale, e propensione a guardare le situazioni da più punti di vista.

Francesca Di Sarno Couselor, Formatrice
Francesca Di Sarno Counselor Olistico Trainer,,  Formatrice

 

Il viaggio dell’eroe che è percorso di iniziazione fuori e dentro se stessi prevede per la sua realizzazione la necessità di uscire dalla zona di confort per accedere alla parte più profonda, rispondendo a se stessi e prendendo la responsabilità per sé e gli altri. La Responsabilità permette di riappropriarsi delle emozioni riuscendo a riconoscerle e gestirle, per poi lacciarle andare. Attraverso questo incontro sulla Responsabilità, Francesca Di  Sarno ha restituito in modo efficace un piano di ascolto e elaborazione delle emozioni al fine di mostrare come per il viaggio della vita siano importanti la consapevolezza, la volontà di cambiare con responsabilità verso se stessi aperti al mondo. Oltre ad aver esposto con chiarezza il citato “viaggio dell’eroe” facendo realizzare ai partecipanti disegni a partire da stati d’animo avendo come spunto frasi riferite a luoghi legati allo  stesso viaggio, la counselor ha trattato il ruolo svolto dalla Responsabilità nelle relazioni da quelle sul lavoro a quella inerenti la vita affettiva e di coppia.

E’ stata un’importante occasione quella del seminario condotto da Francesca Di Sarno, Counselor Trainer Olistico, ThetaHealer, Formatrice, per prendere contatto con le proprie emozioni e gestirle entro un ‘ottica di ascolto, consapevole e responsabile del proprio vissuto interiore.

Silvana Lazzarino

 

FRANCESCA DI SARNO da anni lavora con un forte entusiasmo coinvolgente come Counselor Olistico Trainer, Formatrice in corsi teorici-esperienziali ideati da lei, in cui integra tutte le tecniche apprese, Docente di Teatro-Counseling presso la Scuola di Counseling Umanistico del C.I.C.U. (Centro Italiano Counseling Umanistico) e come ThetaHealer. I suoi progetti futuri sono orientati a scrivere libri di crescita personale e spirituale, tenere conferenze, oltre a continuare il lavoro di Counselor Olistico, ThetaHealer e Formatrice.

 

“LA RESPONSABILITA’” CON FRANCESCA DI SARNO

PORTATORI DI UNICITA’

INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA’

Sede. Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione

in Via Salaria, 113 Roma.

Svoltasi nei giorni 2 e 3 FEBBRAIO 2018

info@ilvaloredelfemminile.it, f.disarno@ilvaloredelfemminile.it

 

 

POROGETTO “PORTATORI DI UNICITA’”

Il progetto PORTATORI DI UNICITA’: INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA’ ideato e voluto da Virginia Vandini con il suo staff, realizzato in collaborazione con la Facoltà di Sociologia dell’università “La Sapienza” di Roma, è stato presentato  lo scorso 27 luglio a Roma presso la Sala della Regina di Montecitorio in piazza del Parlamento.

Il progetto cui lavora Virginia Vandini insieme al suo staff formato tra gli altri da Antonella Aloi, Francesca Di Sarno, Elisa Mastrantonio,  Anna Filippini,  Giuseppina Occhiuto e Maria Lavinia Biasi, intende valorizzare l’unicità di ogni singolo proponendosi quale formula educativa volta a facilitare le persone nell’acquisizione di conoscenze, tecniche e strumenti e nello sviluppo di competenze e abilità per riconoscere la propria originalità e portare così i semi di questa esperienza nella vita di tutti i giorni. Ogni persona è portatrice di un proprio requisito unico da valorizzare, ogni persona ha in se diverse potenzialità da esternare e accrescere. Oltre a valorizzare le proprie qualità e risorse interiori scoprendo e riconoscendo la propria vocazione , il percorso aiuta a sviluppare determinate abilità sociali quali empatia, profonda accettazione di sé e degli altri, compassione, gestione dello stress e dei conflitti sia interni sia esterni, e la capacitò di trasformare un problema in un’occasione per dare voce alle proprie risorse.

Nel mese di marzo 2018 Virginia Vandini parlerà di ACCOGLIENZA (venerdì 2 sabato 3)  con i seguenti orari: il venerdì dalle 14.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 presso la sede della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma sita in Via Salaria, 113.

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/a-san-gimignano-sulla-torre-grossa-alla-riscoperta-del-medioevo/

http://www.ildispari24.it/it/ad-agosto-appuntamento-con-lestate-romana/

http://www.ildispari24.it/it/toulouse-lautrec-racconta-la-belle-epoque-in-mostra-a-verona/

http://www.ildispari24.it/it/wunderkammer-raggi-cosmici-a-tolfarte-cin-eugenia-serafini-e-valerio-bocci/

http://www.ildispari24.it/it/fabio-viale-a-pietrasanta-con-stargate/

http://www.ildispari24.it/it/concerti-tra-classica-pop-e-folclore-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/patrizia-canola-al-tour-il-gusto-dellarte/

http://www.ildispari24.it/it/siena-al-museo-della-scala-in-mostra-le-fotografie-di-cristina-coral/

http://www.ildispari24.it/it/roma-e-la-sua-estate-tra-cultura-scienza-e-spettacolo/

http://www.ildispari24.it/it/siddhartha-in-anteprima-al-teatro-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/daniele-pecci-interpreta-enrico-v-al-globe-theatre/

http://www.ildispari24.it/it/il-valore-del-femminile-e-il-progetto-unicita/

 

 

Norma: Milena Petrarca, Flora e Angela Rucco espongono in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne

NORMA: MILENA PETRARCA, ANGELA E FLORA RUCCO ESPONGONO IN OCCASIONE del convegno “MAI PIÙ DA SOLA!” Assistenza e tutela delle donne in caso di violenza

Figlia d’arte, nata a Pozzuoli, ma attiva tra Latina e New York dove ha esposto in diverse rassegne e organizzato a New York il Cinquecentenario di Cristoforo Colombo con personali e collettive che le è valso il prestigioso riconoscimento “Artistic Achivement Award Gallery”, Milena Petrarca, oltre ad essere una pittrice di successo conosciuta non solo in Italia, ma soprattutto in America, è scultrice raffinata e poetessa dalla particolare sensibilità che racconta dell’uomo e delle sue emozioni tra passioni e speranze, gioie e

Norma convegno Mai più da sola giornata del 25 novembre e mostra d’arte con Milena Petrarca Angela e Flora Rucco

malinconie. Presenti nei musei italiani e americani e nelle collezioni più prestigiose americane, francesi, inglesi e cinesi, le sue opere racchiudono un qualcosa di magico che proietta verso una realtà sospesa tra sogno e poesia, immaginazione e mistero descritta attraverso figure femminili legate a miti, leggende, ma anche attraverso i paesaggi che ripercorrono luoghi a lei cari come le vedute delle coste campane e laziali.

Le figure femminili di Milena Petrarca raccontano mistero e nostalgia, sgomento e paura, ma anche dolcezza e sensualità della donna nel suo mostrarsi forte e fragile, solare e malinconica Milena Petrarca pe la sua capacità di restituire con grande sensibilità attraverso colori intensi e luminosi la bellezza e l’armonia dell’universo femminile palpitante di emozioni espresse in sguardi, gesti che svelano nostalgia, coraggio, passione e mistero, è stata invitata dal Comune di Norma (Latina) ad esporre le sue opere insieme ad Angela e Flora Rucco in occasione del convegno “Mai più DA sola!” -Assistenza e tutela delle donne in caso di violenza che si svolgerà il 25 novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

dipinto di Milena Petrarca
dipinto di Milena Petrarca

Il convegno, promosso dal Comune di Norma, dall’Assessorato alle Pari Opportunità e organizzato dalla Consulta delle donne di Norma, che avrà luogo presso l’Aula consiliare a partire dalle 17.00 propone un ricco e interessante programma che sarà introdotto dalla Sig.ra Luciana Lidano, Presidente Consulta delle donne di Norma. Dopo i saluti istituzionali del Sig. Gianfranco Tessitori Sindaco di Norma, e della Dott.ssa Elisa Ricci Vice Sindaco di Norma, seguiranno gli interventi del Dott. Mario Mellacina Primario Pronto Soccorso Azienda Ospedaliera “Santa Maria Goretti” di Latina; della Dirigenza Superiore Polizia di Stato della Questura di Latina; Comando Provinciale dei Carabinieri di Aprilia; dell’Avv. Maria Antonietta Cestra Socia fondatrice della sezione FIDAPA Latina– Sermoneta; della Dott.ssa Carmela Cassetta Delegata ANCI Lazio, “Valigia Salvamamme”; e della Dott.ssa Irene Zara Psicologa-Psicoterapeuta, Responsabile Servizi Cooperativa “Utopia 2000. A moderare gli interventi sarà la Dott.ssa Teresa Faticoni, giornalista.

Nel corso dell’evento si potrà assistere a momenti musicali a cura del Centro musicale Orfeo e ammirare la suggestiva esposizione dei dipinti di MILENA PETRARCA, Angela e Flora Rucco.

Pur trattando diversi tematiche Milena Petrarca si sofferma con particolare attenzione sul tema della donna restituendo immagini sinuose e vibranti di luce che catturano attraverso sguardi e gesti proiettando il pensiero verso desideri lontani eppure possibili che parlano d’amore per la natura per l’uomo e l’intero

Norma convegno Mai più da sola
dipinto di Milena Petrarca Farfalla ferita

l’universo. Figure dai corpi aggraziati e sinuosi in cui si avverte armonia ed eleganza, candore e sensualità a raccontare storie di miti e leggende, di amori delusi e ritrovati, ma anche di amori perduti e di violenze come in “Fanciulla violata” e “Fanciulla dal fiore in bocca cancro di una vita strappata” dipinti dal forte impatto visivo ed emotivo che racchiudono tutto il dolore che le donne portano con sé dopo aver subito violenza: dolore impresso negli sguardi, nel corpo in cui si legge paura e smarrimento, ma anche voglia di ritornare a vivere.

Le donne di Milena Petrarca appartenenti al mondo sacro e profano, dalla carnagione luminosa sembrano l’incarnazione dei Miti antichi che proiettano in un mondo da sogno, quasi magico dove tutto può accadere. Donne in armonia con la natura e quanto le circonda come nelle figure legate alla Primavera in cui tutto rinasce a nuova vita. Quando dipinge Milena Petrarca è catturata da profonde emozioni, a riguardo afferma: “…..è tutto naturale ed inconscio …quando dipingo sono presa da profonde emozioni che cerco di afferrare e fissare nella materia cromatica con la velocità e la brillantezza di un raggio di sole ,tanto difficile a prendere… Il momento creativo è come un miracolo dove sensazioni bellissime ti rapiscono e le senti anelare in tutto il tuo spirito LA VITA, incomincia a palpitare e ti lasci prendere come in un sogno irreale dal turbinio di

Norma dipinto di Milena Petrarca Farfalla di fuoco

zampilli sfavillanti di colori che finalmente si chetano e si immortalano nell’opera attraverso il travaglio fisico e mentale del tuo processo creativo” . Nelle sue opere si avverte un nuovo modo di sentire il rapporto tra forma e colore: come lei stessa sottolinea si tratta di “un rapporto inedito tra forme e colori che permette d’inserire i personaggi nella composizione con una dinamica del tutto nuova ed originale:”

La donna nei dipinti di Milena Petrarca è portatrice di amore nel senso più ampio del termine: un amore che deve essere visto quale sentimento che unisce e consola, infonde forza e speranza per vincere odio e guerre, indifferenza e violenza, ipocrisia ed egoismi, E’ l’amore universale che consola e aiuta a superare il dolore, abbatte le distanze e supera le diversità ad incontrare l’altro.

Milena Petrarca, presente tra i più importanti artisti della corrente americana il “Realismo Magico” , in queste rappresentazioni di figure femminili racconta l’entusiasmo innanzi ai sogni in cui credere, ma anche nostalgia e tenerezza e quella paura per un senso di solitudine.

. Molti i premi ricevuti e le mostre realizzate tra l’Italia e New York. Vanno citate in particolare: la personale di pittura del 2009 alla Iadite Galleries a 413 Wall Street, la collettiva del 1992 (a New York) per il Cinquecentenario di Cristoforo Colombo presso la Galleria Paint and Brush a Manhattan e la personale di pittura del 1991al museo Meucci Garibaldi di New York. Da sottolineare tra i diversi successi con personali e collettive svolte durante l’anno in corso quello della mostra “Pittura Donna”. Mostra dedicata ad Artemisia Gentileschi presso il Bistrò Galleria—Apotecha — Art Port Solfatara di POZZUOLI chiusa lo scorso 30 settembre.

Tra le più note promotrici della cultura del Mezzogiorno in tutto il mondo, Milena Petrarca è ideatrice del famoso Premio Internazionale Magna Grecia Latina-New York, che si tiene a Latina e premia personalità del mondo della cultura e dell’arte italiana e straniera.

Silvana Lazzarino

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

CONVEGNO “MAI PIÙ DA SOLA!” -ASSISTENZA E TUTELA DELLE DONNE IN CASO DI VIOLENZA

Aula Consiliare del Comune di NORMA (Latina)

Sabato 25 novembre 2017 ore 17.00

ingresso libero

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/96784-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-a-latina-per-il-premio-magna-grecia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/walter-guidobaldi-e-il-suo-mondo-fantastico/

    Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

 

Vendite antologie Penne Note Matite

Vendite antologie Penne Note Matite

Ischia 12 Ottobre 2017

Vendita antologie Penne Note Matite CS pdf

CS| DILA

Ischia 12 Ottobre 2017

Vendite antologie

L’Associazione culturale

Vendite antologie Penne Note Matite

“Da Ischia L’Arte – DILA” mette in vendita un limitato numero di copie dell’antologia

“Penne Note Matite” (prima edizione a colori).

L’offerta sarà valida fino al 16 Novembre 2017 (e comunque fino ad esaurimento scorte) al prezzo di 22 € spedizione in Italia compresa (per l’estero si pagherà la differenza postale).

Le copie dovranno essere richieste esclusivamente a dila@emmegiischia.com

Il pagamento andrà effettuato sul conto paypal di DILA (ossia su paypal dila@emmegiischia.com), oppure con bonifico bancario all’IBAN di DILA che sarà fornito singolarmente a coloro che chiederanno di acquistare i volumi.

A partire dal 20 Novembre 2017

saranno messe in libera vendita due nuove edizioni della stessa antologia: una a colori al prezzo di 46 € + IVA + spese di spedizione, e una in bianco e nero al prezzo di 22 € + IVA + spese di spedizione.

In tal caso, i volumi saranno acquistabili esclusivamente on-line attraverso Lulu, Google libri, Amazon ecc. indicando gli ISBN che pubblicheremo con un ulteriore CS.
Le modalità di pagamento, gli eventuali sconti ecc. saranno indicati dai singoli venditori.

Bruno Mancini

Presidente DILA

Associazione culturale DILA

Favola bella – Gioco d’amore a Sermoneta

Favola bella – Gioco d’amore a Sermoneta

Per la serie Esopo news

Favola bella

Queste che vi racconto oggi è una “favola bella” che vede protagonista il libro “Gioco d’amore a Sermoneta” scritto da Angela Maria Tiberi.

Senza tema di smentita, mi sento di affermare che solo pochi mesi fa, cioè quando Angela Maria Tiberi ha terminata la stesura del suo manoscritto, nessuno (e certamente neppure lei!) avrebbe scommesso un centesimo su un risultato tanto eclatante per il gradimento del suo volume.

Dopo aver letto il manoscritto, l’Associazione culturale Da Ischia L’Arte – DILA” si è preso l’onere di concordare con l’Autrice tutte le operazioni utili a renderlo un libro di piacevole lettura, ne ha curato l’editing, la grafica e la correzione bozze, l’ha formattato secondo i migliori criteri di stampa, e ne ha curato la pubblicazione tramite la creatura di Bob Young nota in tutto il mondo con il nome di Lulu.com.

Tempo pochi mesi e “Gioco d’amore a Sermoneta” di Angela Maria Tiberi è entrato a far parte anche della libreria di google.

Favola bella - Gioco d'amore a Sermoneta Per la serie Esopo news Favola bella
Angela Tiberi copertina del suo libro Gioco d’amore a Sermoneta

Oggi “Gioco d’amore a Sermoneta” viene segnalato nella classifica di Lulu.com al posto n. 305 su circa 20.000 opere pubblicate nella sezione Poesia!

Complimenti ad Angela Maria Tiberi della quale vi segnaliamo alcune notizie pubblicate in questi link

Bruno Mancini

Favola bella - Gioco d'amore a Sermoneta  Per la serie Esopo news
Angela Tiberi

Angela Maria Tiberi – Gioco d’amore a Sermoneta

Angela Maria Tiberi

DILA sede operativa Mirandola

DILA sede operativa Pontinia

EXPO Bookcity Carro di Tespi tutto o quasi…

Alla ricerca dei percome

Penne Note Matite

DILA & Museo della Terra Pontina

DILA & Il Sextante

DILA & Il Sextante – Accordo di collaborazione

DILA &Attestati e foto – Parziali Collana poetica

Bookcity Carro di Tespi

DILA & RagunanzeDILA & Rubrica Eudonna

DILA & Patrizia Canola

Classifica finale Premio musicale e tutte le votazioni

Classifica finalePremio Arti grafiche “Otto milioni” – 2017

Locandine eventi album parziale

Copertine antologie progetti Bruno Mancini

Esopo news

DILA & Nazionali

Musica nei Musei a Roma tra classica e popolare

ROMA: UN WEEK END DI MUSICA CLASSICA E POPOLARE A PALAZZO BRASCHI E A AL MUSEO BILOTTI

Nelle sue diverse sfumature e atmosfere passando dalla classica ai ritmi popolari, dal jazz al pop a quella di strada, per arrivare alle sperimentazioni di ultima generazione, la musica ridisegna un nuovo modo per vivere e osservare con altri occhi la città di Roma.  Unica città al mondo, invidiata per il suo straordinario patrimonio storico artistico tra ville, palazzi, chiese, monumenti, residenze, giardini e molto altro, Roma trasforma i suoi spazi architettonici in incantevoli scenari per far risuonare la musica con le sue molteplici espressioni e ritmi melodici che richiamano il passato e il presente tra storia e tradizione, contemporaneo e attualità. Così musei, ville e gallerie con i loro tesori tra dipinti, sculture, reperti archeologici, deputati a

Roma Musica nei musei
Ambrogio Sparagna

mostre ed eventi, accolgono la dimensione universale della musica, ma anche della danza che rivivono in spettacoli forti e intensi fatti di gestualità, suoni e parole. Le sfumature timbriche  della musica, il movimento e la gestualità della danza entrando nei musei portano nuova vitalità in spazi dove agli eventi ordinari si accompagnano spettacoli e rappresentazioni ora complesse ora semplici di realtà e momenti legati al passato al presente in cui ritrovare rispondenze emotive tra gioie e nostalgie, speranze e delusioni. Il prossimo fine settimana del 26 e 27 agosto 2017 a Roma si potrà rivivere questa atmosfera dove protagonista sarà la musica negli spazi del MUSEO DI ROMA DI PALAZZO BRASCHI e del MUSEO CARLO BILOTTI a Villa Borghese. L’evento, promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, e organizzato da Zètema Progetto Cultura, si è avvalso della collaborazione per la programmazione di importanti istituzioni culturali cittadine tra cui: la Casa del Jazz, la Fondazione Teatro dell’Opera, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e con le Orchestre dell’Università Roma Tre e della Sapienza Università di Roma.

Serenate e cantate popolari, musica di strada e tradizionale, il 26 agosto, avvolgeranno gli spazi dello splendido Palazzo con vista su piazza Navona per offrire al pubblico romano, e non solo, una serata speciale in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma che avrà inizio alle 20.15. Nel cortile del Museo di Palazzo Braschi ad aprire la serata sarà l’ ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA DI AMBROGIO SPARAGNA formata da Cristiano Califano, Valentina Ferraiuolo, Clara Graziano, Raffaello Simeoni, Erasmo Treglia, Giordano Treglia che con “Voci all’aria”, presenterà un programma dedicato alla musica e alla cantata popolare, per raccontare le occasioni e le forme della musica contadina in particolare dell’area dell’Italia centrale. Segue alle ore 21 e alle 22 nel Salone d’Onore la FAMIGLIA MARAVIGLIA (con Erasmo Treglia, Clara Graziano, Giordano Treglia, Arianna Colantoni) che si esibirà in un “Folk Palindromo”, un viaggio “familiare” tra la musica di strada e quella di corte con brani originali tradizionali italiani che riecheggiano il viaggio, le serenate, le feste popolari del Belpaese; mentre alle 21.30 e alle 22.30 RAFFAELLO SIMEONI, grande chansonnier dalla Sabina, negli spazi del cortile, dedicherà il suo spettacolo, “Mater Sabina”, alle liriche della sua terra, ricca di tradizioni e misticismo. Al MUSEO  CARLO BILOTTI il 27 agosto nell’ambito della rassegna “Pianoforte in festival all’Aranciera di Villa Borghese: giovani artisti per grandi repertori” in collaborazione con Roma Tre Orchestra, sarà protagonista la grande musica classica con il concerto gratuito che si terrà alle ore 11.00 presso l’Aranciera. Si potranno ascoltare, interpretati dal pianista Jacopo Feresin brani esemplificativi della storia del pianoforte: la “Sonata in re maggiore n. 6 op. 25” di Clementi, “il valzer 16 op. 39” di Brahms e “la Rapsodia in blu” di Gershwin.

Silvana Lazzarino

 

NEL WEEK-END L’ARTE SI ANIMA

    ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA DI AMBROGIO SPARAGNA

    FAMIGLIA MARAVIGLIA

Museo di Palazzo Braschi di Roma

Ingresso da Piazza Navona, 2 e da Piazza San Pantaleo, 10 – 00186 Roma

aperti ogni sabato dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23)

sabato 26 agosto 2017 dalle ore 20.15

Costo simbolico di 1 Euro con cui si può visitare mostra “Piranesi. La fabbrica dell’utopia”.

JACOPO FERESIN AL PIANOFORTE

Aranciera di Villa Borghese- Museo Bilotti

Domenica 27 agosto 2017 dalle ore 11.00

Ingresso gratuito, Informazioni: Tel 060608, www.museiincomuneroma.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

 

Altri articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

http://www.ildispari24.it/it/il-meraviglioso-mondo-di-wal-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/antufiev-e-la-mostra-eternal-garden-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/alla-galleria-tricromia-la-mostra-owerty-di-uno/

http://www.ildispari24.it/it/premio-internazionale-magna-grecia-latina-new-york/

 

Toulouse Lautrec racconta la Belle Époque in mostra a Verona

La Belle Époque di Toulouse Lautrec a Verona Palazzo Forti

La Parigi di fine Ottocento con protagoniste cantanti, attrici, ballerine, acrobate riprese nei loro contesti tra sale da ballo, caffè-concerto e i palcoscenici sono al centro dell’opera di TOULOUSE LAUTREC (Albi 1864- Saint-André-du-Bois1901) che con la sua arte provocatoria e anticonformista ha caratterizzato l’epoca de la Belle Époque.

Tolouse Lautrec La Belle Epoche mostra Verona palazzo Forti
Toulouse Lautrec La Belle Epoque mostra Verona palazzo Forti

Nato in una delle più nobili e antiche famiglie francesi, le cui origini risalivano all’epoca di Carlo Magno, Toulouse Lautrec ben presto lascia il suo ambiente per trasferirsi a Parigi dove entra a contatto con l’atmosfera vivace e disincantata, ma anche triste e degradata della città. Pittore della Belle Époque ambigua e contraddittoria, della vita fugace buona e cattiva, innocente e perversa, egli si fa interprete raffinato e sensibile dello spaccato umano parigino cogliendone abitudini, vizi, gioie e dolori.

A questo straordinario artista, considerato il più famoso maestro di manifesti e stampe tra il XIX e XX Secolo, capace di scandagliare nei ritmi dell’esistenza fra ambienti nobili, borghesi, atmosfere sfarzose ed effimere dei locali notturni, è dedicata un’interessante mostra  TOULOUSE LAUTREC. LA  BELLE  ÉPOQUE in corso a Verona a AMO Palazzo  Forti fino al 3 settembre 2017. Morto a soli 36 anni devastato dalla sifilide e dall’alcolismo, Toulouse Lautrec è ricordato in particolare per i manifesti

La Belle Époque Toulouse Lautreca a Verona

pubblicitari e i ritratti di personaggi dell’epoca come le ben note immagini del  balletto  al  Moulin Rouge  e  di  Aristide  Bruant  e  delle  discinte  prostitute  nelle maisons closes (le  case  chiuse)  in  cui  aveva  il  suo atelier.

Curata da Stefano Zuffi e patrocinata dal Comune di Verona, prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia, la mostra attraverso circa centosettanta opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene, tra acquerelli, manifesti, litografie, disegni e illustrazioni insieme a video, fotografie e arredi dell’epoca, restituisce uno spaccato della Parigi bohémienne. Distribuite in dieci sezioni, le opere con forte realismo raccontano l’universo parigino borghese e la vita notturna e artificiosa di Montmatre in cui vivono madri, amiche di famiglia, ballerine, chanteuses, attrici, prostitute, ma anche intellettuali e artisti. Senza accenti disincantati, senza ipocrisia, ma con toccante verità Toulouse-Luatrec sottolinea volti, atteggiamenti e stati d’animo di questi protagonisti descrivendo i luoghi da loro frequentati dai cabaret ai varietà, dal circo alle case di piacere, alle sale da ballo, come il Moulin Rouge, il Moulin de la Galette, le Folies Bergère. La linea sinuosa e aggressiva, il colore uniforme e privo di modulazioni, la libertà di inquadrature e prospettiva regalano movimento alle

Toulouse Lautrec mostra a Verona palazzo Forti
Toulouse Lautrec mostra a Verona palazzo Forti

figure e il senso della profondità spaziale. Accanto a Jane Avril, 1893) la stella del cabaret parigino ritratta con guanti neri fino al gomito, Divan Japonais 1893, La Revue Blanche (1895),La Troupe de Mademoiselle Églantine(1896) e May Belfort (1895), sono La passeggera della cabina 54 del 1895 e Aristide Bruant nel suo cabaret del 1893. E poi i disegni di grande incisività realizzati a penna e a matita, tra questi il ritratto del padre conte Adolphe de Toulouse-Lautrec Portrait of H. de Toulouse-Lautrec (1895), le grafiche promozionali e illustrazioni per giornali come per “La Revue blanche” del 1895 e anche. per il libro “Au Pied du Sinaϊ” (1897).

Entro una realtà parigina effervescente e amara, vivace e malinconica, si muovono i suoi personaggi ritratti con accenti di profonda umanità ad evidenziare l’interesse dell’artista nel rivelare ciò che si nasconde dietro la superficiale apparenza della realtà. Egli così diceva: “la novità è raramente l’essenziale. Questo ha a che fare con una cosa sola: rappresentare un soggetto meglio di quanto faccia la sua natura intrinseca”.

Silvana Lazzarino

 

 TOULOUSE LAUTREC La  Belle  Époque

AMO Arena Museo Opera

Palazzo Forti Verona

Via Achille Forti, 1.

ORARI Lunedì 14.30 -19.30, da martedì a domenica 9.30 -19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)

Fino al 3 settembre 2017

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/96784-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-a-latina-per-il-premio-magna-grecia/

 

Altri Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

http://www.ildispari24.it/it/il-meraviglioso-mondo-di-wal-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/antufiev-e-la-mostra-eternal-garden-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/alla-galleria-tricromia-la-mostra-owerty-di-uno/

http://www.ildispari24.it/it/premio-internazionale-magna-grecia-latina-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-dramma-e-raffinatezza-alla-mostra-di-bomarzo/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-05-29-redazione-culturale/

 

Victor Mishin – Attore segnalato da Liga Sarah Lapinska

Victor Mishin – Attore segnalato da Liga Sarah Lapinska

Victor Mishin è un Attore segnalato da Liga Sarah Lapinska, Socia Fondatrice nonché Ambasciatrice per la Lettonia dell'Asociazione culturale "Da Ischia L'Arte - DILA"

Victor Mishin

Victor Mishin è un Attore segnalato da Liga Sarah Lapinska, Socia Fondatrice nonché Ambasciatrice per la Lettonia dell'Asociazione culturale "Da Ischia L'Arte - DILA"

ДОРОГИЕ ДРУЗЬЯ! ТЕАТР МИШИНА
ПРИЕДЕТ В КАЖДЫЙ ДОМ,ШКОЛУ,ДЕТСКИЙ САД С ПРЕДСТАВЛЕНИЕМ
“МАЛЕНЬКИЙ ПРИНЦ”
ПО ОДНОИМЕННОМУ ПРОИЗВЕДЕНИЮ АНТУАНА ДЕ-СЕНТ ЭКЗЮПЕРИ.
СПРАВКИ ПО ТЕЛ.+371 29230962.

http://www.youtube.com/watch?v=8l0LdBHBO18

http://www.kino-teatr.ru/kino/acter/m/ros/377545/bio/

Victor Mishin è un Attore segnalato da

Liga Sarah Lapinska, Socia Fondatrice nonché Ambasciatrice per la Lettonia dell’Associazione culturale

Da Ischia L’Arte – DILA

DILA