Michelangelo Antonioni: rassegna alla Casa del Cinema di Roma

LO SGUARDO SULL’UMANITA’ DI MICHELANGELO ANTONIONI

Successivamente al periodo neorealista che con Rossellini, Zavattini, aveva raccontato in chiave diretta la realtà umana e sociale riportando situazioni anche drammatiche nella loro immediatezza così come filmate dalla macchina da presa, il cinema italiano volta pagina. Tra i cineasti più significativi impegnati in questo cambiamento per una lettura moderna del tessuto umano e sociale, Michelangelo Antonioni  (Ferrara 1912- Roma 2007)  nella sua carriera è quello che con maggior incisività si è soffermato sulle emozioni individuali e sui sentimenti tra conflitti esistenziali, fragilità, e smarrimento interiore. Paura di vivere, incapacità di costruirsi un futuro a partire dalla difficoltà nel gestire sentimenti e stati d’animo, insicurezze di fondo, ma anche un forte attaccamento alla vita, scandiscono le vicende dei protagonisti dei suoi film tra amori impossibili, tradimenti, riscoperta di sé, fallimenti professionali, sospesi in un eterno presente che apparentemente tenta di aprirsi al cambiamento.

l'AVVENTURA DI aNTONIONI
l’Avventura di Antonioni

Da “Cronaca di un amore” (1950), “la Signora senza Camelie” (1953) e “Il grido”(1957) all’ ”Avventura” (1960), cui seguono “la Notte”, “l’Eclisse” rispettivamente del 1961 e 1962, fino a “Professione Reporter”, “Identificazione di una donna”, per arrivare a “Al di là delle Nuvole” ed “Eros” rispettivamente del 1995 e 2004, il grande regista fa della macchina da presa uno strumento a servizio delle emozioni alla riscoperta dei lati più intimi e segreti dell’uomo, superando così la pura presa diretta della realtà neorealista per affondare il suo sguardo nei reconditi intrecci dell’animo umano spesso tormentato, incapace di agire nel suo essere indeciso, e alla continua ricerca della propria identità.

A rendere omaggio a MICHELANGELO ANTONIONI, protagonista della cinematografia italiana del Novecento, regista, sceneggiatore, montatore, documentarista, nonché scrittore e pittore, è la Casa del Cinema di Roma che in occasione del decennale della morte ha organizzato una rassegna di suoi film a partire da metà gennaio fino a tutto il mese di febbraio 2017. La rassegna, Paesaggi con figure. Il cinema di Michelangelo Antonioni, attraverso una selezione di suoi film e documentari mette a fuoco il suo sguardo moderno con cui indaga il profondo disagio esistenziale che affiora dall’incapacità di reagire e trovare legami empatici, come nell’“Avventura”, “la Notte” e “L’eclisse” e poi il motivo dell’alienazione dovuto all’incomunicabilità come espresso in “Deserto Rosso” (1964) Leone d’Oro quale miglior film a

lo sguardo di Antonioni film Deserto Rosso
lo sguardo di Antonioni
film Deserto Rosso

Venezia. Da citare anche “Blow Up”(1966), “Zabriskie Point” (1970) e “Professione Reporter” (1975) dove si respira un ‘insofferenza totale per la vita, talora odiata, rifiutata nel disperato tentativo di cambiarla senza successo così da smarrire ogni certezza. Dal fallimento esistenziale all’incapacità di crearsi una vita sentimentale vera e propria il passo è breve poiché con “Identificazione di una donna” (1982) scandaglia la fragilità dei sentimenti nell’impossibilità di costruire relazioni solide. Come ben ha sottolineato Carlo di Carlo, suo collaboratore storico recentemente scomparso: “Michelangelo Antonioni è una figura centrale nella cultura del Novecento, uno dei testimoni più lucidi della nostra epoca per avere saputo individuare e analizzare con le sue opere, attraverso un percorso solitario, originale e spesso trasversale, la “malattia dei sentimenti”, i problemi, le angosce, le paure dell’uomo nella società contemporanea”.

Il grido_-foto-di-Sergio strizzi
Il grido_-foto-di-Sergio strizzi

La programmazione di febbraio si apre con “L’amore in città” alle 15.30 cui segue  “Le amiche” alle ore 18.00 in programma lunedì 6 febbraio. Il giorno 10 febbraio è la volta di “il Grido” alle ore 15.30 un film che ha quale personaggio principale, Aldo un operaio in cerca d un uovo lavoro, il quale, diversamente dai personaggi precedenti, mostra di voler reagire nel tentativo di essere felice. Sempre venerdì 10 febbraio alle 18.00 sarà proiettata la “La notte” in cui è descritta la routine quotidiana di una coppia sposata, piuttosto annoiata. Il 13 febbraio alle ore 15.30 sarà proiettato “Michelangelo Antonioni. Storia di un autore” di Gianfranco Mingozzi: un ritratto del regista Michelangelo Antonioni reso attraverso le testimonianze di coloro che hanno lavorato con lui, cui segue “Il provino” (ep di I Tre Volti) sulla cronaca del provino notturno di Soraya.  Alle 17.00 dopo i due brevi documentari sarà la volta de “l’Avventura” dove sullo sfondo del paesaggio delle isole Eolie si consuma il dolore dei sentimenti che finiscono nel momento in cui stanno per prender forma. Il 27 febbraio sarà la volta de “Il mistero di Obervald” alle ore 15.30 e “Deserto rosso alle ore 18.00 quest’ultimo centrato sulle nevrosi della società contemporanea

Silvana Lazzarino

Paesaggi con figure.

Il cinema di Michelangelo Antonioni

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

fino al 27 febbraio 2017

Per informazioni: tel. 060608 www.casadelcinema.it

L’accesso in sala sarà garantito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/valerio-adami-in-mostra-in-tre-sedi-a-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-in-memoria/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/92389-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ricordare-le-vittime-della-shoah-memorie-dinciampo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-01-09/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/escher-in-mostra-a-milano/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/virginia-vandini-e-il-valore-del-femminile/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/il-maestro-andrea-trisciuzzi-espione-a-roma-sala-da-feltre-open-art/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-30/

http://www.ildispari24.it/it/spettacolo-sulla-memoria-ebraica-teatro-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-27/

http://www.ildispari24.it/it/beatrice-pediconi-alien-2016-performance-sonora/

http://www.ildispari24.it/it/le-civette-nellarte-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-23/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-ad-albano-contro-la-violenza-sulle-donne/

http://www.ildispari24.it/it/terre-deuropa-per-non-dimenticare/

http://www.ildispari24.it/it/il-codice-del-volo-di-leonardo/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-oggianu-personale-di-fotografia/

http://www.ildispari24.it/it/arte-in-memoria-a-cura-di-adachiara-zevi/

http://www.ildispari24.it/it/la-galleria-poggiali-presenta-faith-fathom/

http://www.ildispari24.it/it/memorie-dinciampo-ottava-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/sopravvissuti-fotografie-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/escher-in-mostra-a-palazzo-reale/

http://www.ildispari24.it/it/virginia-vandini-e-lassociazione-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/giovanna-sorbelli-ed-eudonna-aprono-il-nuovo-anno/