Favola bella – Gioco d’amore a Sermoneta

Favola bella – Gioco d’amore a Sermoneta

Per la serie Esopo news

Favola bella

Queste che vi racconto oggi è una “favola bella” che vede protagonista il libro “Gioco d’amore a Sermoneta” scritto da Angela Maria Tiberi.

Senza tema di smentita, mi sento di affermare che solo pochi mesi fa, cioè quando Angela Maria Tiberi ha terminata la stesura del suo manoscritto, nessuno (e certamente neppure lei!) avrebbe scommesso un centesimo su un risultato tanto eclatante per il gradimento del suo volume.

Dopo aver letto il manoscritto, l’Associazione culturale Da Ischia L’Arte – DILA” si è preso l’onere di concordare con l’Autrice tutte le operazioni utili a renderlo un libro di piacevole lettura, ne ha curato l’editing, la grafica e la correzione bozze, l’ha formattato secondo i migliori criteri di stampa, e ne ha curato la pubblicazione tramite la creatura di Bob Young nota in tutto il mondo con il nome di Lulu.com.

Tempo pochi mesi e “Gioco d’amore a Sermoneta” di Angela Maria Tiberi è entrato a far parte anche della libreria di google.

Favola bella - Gioco d'amore a Sermoneta Per la serie Esopo news Favola bella
Angela Tiberi copertina del suo libro Gioco d’amore a Sermoneta

Oggi “Gioco d’amore a Sermoneta” viene segnalato nella classifica di Lulu.com al posto n. 305 su circa 20.000 opere pubblicate nella sezione Poesia!

Complimenti ad Angela Maria Tiberi della quale vi segnaliamo alcune notizie pubblicate in questi link

Bruno Mancini

Favola bella - Gioco d'amore a Sermoneta  Per la serie Esopo news
Angela Tiberi

Angela Maria Tiberi – Gioco d’amore a Sermoneta

Angela Maria Tiberi

DILA sede operativa Mirandola

DILA sede operativa Pontinia

EXPO Bookcity Carro di Tespi tutto o quasi…

Alla ricerca dei percome

Penne Note Matite

DILA & Museo della Terra Pontina

DILA & Il Sextante

DILA & Il Sextante – Accordo di collaborazione

DILA &Attestati e foto – Parziali Collana poetica

Bookcity Carro di Tespi

DILA & RagunanzeDILA & Rubrica Eudonna

DILA & Patrizia Canola

Classifica finale Premio musicale e tutte le votazioni

Classifica finalePremio Arti grafiche “Otto milioni” – 2017

Locandine eventi album parziale

Copertine antologie progetti Bruno Mancini

Esopo news

DILA & Nazionali

Canti del patrimonio musicale arabo: concerto a Roma

SOGNI E MUSICA: Amal Kaawash e Mahmoud Awad a Roma in concerto con canti del patrimonio arabo

Tutto prende il via da un sogno quello per la nostalgia della sua terra. E’ il sogno di una rifugiata palestinese in libano che cerca il conforto nella musica e nelle onde del Mediterraneo. Un sogno raccontato in musica e parole da Amal Kaawash che insieme a Mahmoud Awad ha dato vita a  “Bahr Beirut” (Il mare di Beirut) un brano che parla di speranza e nostalgia.  Il testo scritto da Amal Kaawash qualche anno fa e diffuso grazie all’uso del computer  mediante una chat, ha suscitato interesse in Mahmoud Awad che ha composto la musica. Si tratta della prima collaborazione tra i due artisti  entrambi

Sogni che attraversano il mare concerto a Roma alla Casa del Cinema

palestinesi, ma residenti l’una in Libano, l’altro nei Territori Palestinesi occupati (Ramallah) e dunque impossibilitati ad incontrarsi nei rispettivi paesi a causa della occupazione e controllo delle frontiere israeliani. Cantato per la prima volta sul palcoscenico di Ramallah da una giovane cantante Mira Abu Hilal il brano ha avuto un’ampia diffusione on- line suscitando interesse in Palestina, Libano e mondo arabo. Un brano che parla di superamento dei confini, di apertura alla pace e alla speranza, e che i due artisti per la prima volta suonano insieme in Italia nell’ambito del Festival Kantun Winka. Dopo l’appena trascorso successo del 16 luglio a Nola di Bari, il concerto si terrà oggi 18 luglio a Roma alle ore 19.30 presso la Casa del Cinema. Promosso da Roma Capitale- Assessorato alla Crescita Culturale- il concerto SOGNI CHE ATTRAVERSANO IL MARE” che vedrà la partecipazione come ospite dell’Ambasciatrice di Palestina in Italia, Mai Al Kaila, si svolgerà sul Palco dell’Arena Ettore Scola e vedrà il duo Amal Kaawash e Mahmoud Awad eseguire accanto a loro brano anche un repertorio di canti del patrimonio musicale palestinese ed arabo, dal levante, dall’Egitto. Organizzato dall’associazione di volontariato Cultura è libertà,  l’evento sarà occasione per raccogliere fondi per due borse di studio grazie alle quali Farah e Dima, due giovani volontarie di un campo profughi in Libano, riusciranno a proseguire gli studi di sassofono e violino presso il Conservatorio nazionale musicale libanese. La musica con il suo linguaggio universale che crea legami, può aiutare a avvicinare popoli e nazioni distanti per culture e tradizioni, superando divergenze ideologiche e sociali. Insieme alla voce la musica qui diventa segno di speranza, solidarietà e pace.

Silvana Lazzarino

Disegnatrice e cantante Amal Kaawash giunge in Italia per la seconda volta. Nata da una famiglia palestinese cacciata nel 1948 dal suo villaggio di origine, Meiroun (oggi territorio israeliano), Amal ha dedicato al suo paese nativo il personaggio di un fumetto (chiamato appunto Meiroun), una bambina con le trecce divenuta simbolo della Palestina e di tutte le donne del mondo in cerca di libertà. Amal ha cominciato quale componente della band Jafra per i canti palestinesi (Beirut) prima di intraprendere il suo cammino come cantante e cantautrice indipendente. Ha studiato canto arabo nel Conservatorio musicale superiore libanese nazionale ed ha collaborato con musicisti locali e internazionali, inclusi Ahmad Qaabour (Libano), Opgang 2 (Danimarca) e Jussur Quartet (Italia).

Mahmoud Awad è musicista e cantante. Per oltre 15 anni, ha contribuito alla scena culturale e artistica in Palestina, partecipando a diverse iniziative musicali come suonatore di oud (liuto arabo). Ha collaborato con vari gruppi musicali palestinesi in molti paesi arabi, tra cui Giordania, Egitto e Tunisia. È uno dei fondatori del gruppo musicale palestinese Yalalan, in cui è attivo attualmente anche come compositore e formatore del coro del gruppo.

concerto evento

 SOGNI CHE ATTRAVERSANO IL MARE

CANTI DEL PATRIMONIO MUSICALE ARABO

CASA DEL CINEMA Palco dell’Arena Ettore Scola

Largo Marcello Mastroianni, 1 Roma.

Orario: Lunedì-Venerdì 16.00/20.00; Sabato-Domenica 10.00/13.00 – 16.00/20.00

Martedì 18 luglio 2017 ore 19.30

Ingresso libero, Informazioni 060608; www.casadelcinema.it www.060608.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/96784-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-a-latina-per-il-premio-magna-grecia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/walter-guidobaldi-e-il-suo-mondo-fantastico/

 

Eudonna: Giugno 2017 fra eventi e musica

Eudonna: Giugno 2017

Con il numero di Giugno della rivista Eudonna, prossimamente in edicola, l’Associazione culturale “Da Ischia l’Arte- DILA” proporrà, avvalendosi della preziosa collaborazione di tutta la Redazione della sezione cultura & società del quotidiano Il Dispari diretto da Gaetano Di Meglio, i principali progetti Made in Ischia ideati ed organizzati in sintonia con Mariapia Ciaghi, Founder e CEO di Il Sextante che è l’Editore della rivista.

Eudonna: Giugno 2017

Eudonna: Giugno 2017 il terzo numero fra eventi, musica e incontri

Nato nel dicembre 2016 e già punto di riferimento di appassionati lettori e addetti ai lavori, il magazine Eudonna esce a giugno con il terzo numero dedicato all’artista sarda Maria Lai, alle filandere di Salzano e ad Anna Gaddo.

Nel numero i nomi, le storie e le vicende di donne che hanno cambiato per sempre il volto della società, dell’arte e del mondo del lavoro.In occasione della presentazione del nuovo terzo numero, a Roma numerosi eventi: il 22 giugno 2017 nella sede di Micro a Porta Mazzini, sarà presentata la seconda tappa espositiva del progetto “OPEN generazioni a confronto” ideato e curato da Paola Valori.

Fulvio Bernardini, in arte Fulber. A lui è dedicata la mostra romana "Il rivisitismo di Fulber, i sentieri di Roy"

Fulvio Bernardini, in arte Fulber. A lui è dedicata la mostra romana “Il rivisitismo di Fulber, i sentieri di Roy”.

 

 

 

 

 

“Si tratta – come ci dice Mariapia Ciaghi, Founder e CEO della Casa Editrice Il Sextante – di un ciclo di mostre dedicate al confronto generazionale tra artisti, un viaggio itinerante con diversi appuntamenti che si ripeteranno nel corso dell’anno tra gallerie, spazi istituzionali e privati con l’obiettivo di offrire al pubblico un’ambiziosa programmazione, incentrata sulla contaminazione tra talenti emergenti e personalità già consolidate”

La mostra “Il rivisitismo di Fulber, i sentieri di Roy”, aperta tutti i giorni (tranne la domenica) dal 22 al 26 giugno dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, nasce dalla collaborazione tra Paola Valori e Mariapia Ciaghi e prevede l’esposizione di alcune delle grandi tele più rappresentative del lavoro di Fulber (Fulvio Bernardini) esposte a partire dal 2013 nelle principali capitali europee, a cura del MIIT di Torino

L'Orchestra Mandolinistica Romana diretta dal M° Teresa Fantasia.

L’Orchestra Mandolinistica Romana diretta dal M° Teresa Fantasia.

In occasione della presentazione del magazine edito da Il Sextante, lunedì 26 giugno alle ore 21:00, a Roma presso la galleria d’arte MICRO, l’Orchestra Mandolinistica Romana, diretta dalla Maestra di musica Teresa Fantasia propone un concerto di musica classica e popolare, con l’intento di dare un’ampia panoramica sulle diverse sonorità di un’orchestra a plettro in funzione dei differenti stili musicali.

L’Orchestra Mandolinistica Romana, porta avanti una ricca tradizione musicale in perfetto equilibrio tra professionismo, attività amatoriale, divulgazione. Cuore dell’orchestra è il mandolino, con tutta la sua famiglia (mandolino, mandola, mandoloncello), uno strumento che vanta più di tre secoli di vita, con un repertorio che spazia dai capolavori dell’età barocca, alla musica popolare, a quella contemporanea.

Eudonna: Giugno 

 

COMUNICATO STAMPA | Giovanna Sorbelli presidente EUDONNA

(movimento federativo femminile per l’Europa)

Il 26 Giugno 2017 al Micro a Porta Mazzini, nella cornice espositiva curata da Paola Valori e con il prezioso supporto dell’Editore IL SEXTANTE di Maria Pia Ciaghi, sarà presentato EUDONNA Magazine.

La circostanza in cui ci inseriamo è quella del Progetto “OPEN – generazioni a confronto” promosso dall’instancabile Paola Valori che promuove un ciclo di iniziative dedicate al confronto generazionale tra artisti. Un viaggio itinerante con diversi appuntamenti che si ripeteranno nel corso dell’anno tra gallerie, spazi istituzionali e privati.

L’obiettivo che si pone OPEN è quello di offrire al pubblico un’ambiziosa “contaminazione” tra talenti emergenti e personalità già consolidate.
Non potevamo non cogliere l’occasione della mostra dedicata al rivisitismo di Fulber (Fulvio Bernardini) che è anche autore delle straordinarie copertine della nostra rivista.

Fulber si ispira al gigante americano della Pop Art, Roy Lichtenstein, artista che ha fatto del fumetto la sua firma e la sua rivoluzione.

L’artista di Trento riafferma così nei suoi dipinti, l’idea del “rivisitismo” che sigla una consolidata tradizione nella storia dell’arte: la rielaborazione delle opere pittoriche dei grandi maestri di ogni tempo.

IN OCCASIONE DEL FINISSAGE DI FULBER IL GIORNO 26 VIENE PRESENTATA LA RIVISTA “Eudonna Magazine” .

L’appuntamento è alle 21.30.
Con il contributo di 12 euro è possibile avere le tre copie della rivista, oltre ad assistere al concerto di musica classica e popolare dell’Orchestra mandolinistica romana diretta da Teresa Fantasia, nonché degustare tartine salate all’olio extravergine, prodotti enogastronomici pugliesi, dolci fatti in casa ma… anche del buon vino!

Mentre per la serata del 26 è assolutamente gradita la conferma inviando una mail a sog.eudonna@hotmail.it oppure telefonando al 3318075195, la mostra è comunque visitabile in un periodo più esteso che va dal 22 al 26 giugno, negli orari 10-13, 15-18 (esclusa la domenica) presso il MICRO di Viale Mazzini, 1 tel 0039 3470900625.

Angela Maria Tiberi – Gioco d’amore a Sermoneta

Angela Maria Tiberi – Gioco d’amore a Sermoneta

Pagina in allestimento

l’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA” ha deliberato di ringraziare Angela Maria Tiberi per il costante impegno e la costruttiva collaborazione dedicati allo sviluppo dei progetti MADE in Ischia, assegnandole la qualifica di “Ambasciatrice DILA per Sermoneta e Provincia di Latina“. Con ciò autorizzandola ad attivare anche una Sede operativa DILA della quale verrà nominata Presidente.
Quale minimo ma tangibile ringraziamento, DILA pubblicherà, a breve, un libro con il quale verrà reso omaggio alla sua produzione poetica e ai tanti suoi amici Artisti.
Ulteriori informazioni, e le modalità per acquistare il volume in prenotazione ad un prezzo scontatissimo, le potrete ottenere rivolgendovi direttamente ad Angela Maria Tiberi, oppure scrivendo a emmegiischia@gmail.com

Vi racconto l’impossibile

Vi racconto l’impossibile

per la serie Esopo news

Oggi, domenica 15 Maggio 2016, ho trascorso una bellissima giornata in compagnia di moglie, figlia e del suo compagno.
Ischia, anche con il cielo coperto e con zone ventose è una meraviglia da scoprire in continuazione.
Vi racconto Mirna Rosalba esopoVerso le 14 abbiamo preso posto in uno dei ristoranti-pizzeria più accorsati di Forio. Tanto per aggiungere qualche particolare, dico che si trova in pieno centro, ha un ottimo rapporto tra qualità, servizio e prezzi e noi siamo clienti abbastanza conosciuti.
Purtroppo la giornata uggiosa non permetteva di pranzare all’aperto e la direzione, visto il notevole afflusso di clienti, ha allestito una sala “provvisoria” in uno dei locali che di solito è utilizzato per la consumazione di gelati, bevande e panini.
Un ambiente rettangolare con tre tavoli allineati su due file. Sala piena di umani adulti più un cane ed un lattante.
A noi è stato assegnato il tavolo al centro della fila di sinistra entrando.
Abbiamo preso posto senza alternare le coppie. Rosalba ed io da una parte e Mirna e Chris dall’altra… vedi piantina allegata.

Vi racconto l'impossibile Comprensibilmente, considerato il notevole numero di avventori, il servizio ha ritardato più del solito, tanto che abbiamo avuto modo di osservare i comportamenti degli altri clienti, pur se da prospettive diverse. Io verso il cane e Mirna verso il lattante.
Bene, anzi male perché ora racconterò l’impossibile.
La tizia n.1, quella nel mio angolo di visuale, grassa e piuttosto volgare, mangiava una pietanza con del sugo nel quale intingeva in continuazione enormi pezzi di pane: faceva cioè la così detta scarpetta. E va bene, passi pure il “piccolo” schifo .
A noi non erano ancora giunte le pietanze e la scena poteva non essere considerata particolarmente disgustosa, Però, qualche minuto dopo, mentre avevo appena iniziato a mangiare la pizza, mi accorgo che la tizia n. 1, sempre lei, dopo aver masticato una grossa scorza di pane imbrattata con il sugo ormai alla fine, l’ha tolta dalla bocca e l’ha posizionata accanto al muso del cane. Secondo grande schifo! Il cane l’ha leccata un paio di volte, l’ha annusata più volte e poi, disgustato non si sa da cosa, ha girato il muso in segno di nausea. Terzo grande schifo. Sapete cosa ha fatto la tizia n. 1 per completare il poker? L’impossibile: ha raccolto da terra la scorza di pane imbrattata nel sugo e che lei aveva masticato prima di offrire in pasto al cane che l’aveva leccata più volte prima di rifiutarla e l’ha messa, così sporca e schifosa, nel piatto in cui aveva mangiato.
Orrore massimo!
Eppure il massimo non era ancora raggiunto. Stavo raccontando la vicenda a Mirna incredula, quando la vedo sbiancare, sbarrare gli occhi ed estraniarsi completamente dal mio racconto, bisbigliando “No… è impossibile… non ci credo…”. In effetti stava accadendo che la tizia n 2, più grassa e più volgare della n.1, aveva sdraiato il lattante sul tavolo e gli stava cambiando il pannolino sporco di pupù!
E quindi, a Francesco che ci invita a voler bene ai vicini più di quanto non facciamo nei confronti degli animali rispondo; “Viva i porci e le porche”!

Bruno Mancini

LA WFWP e la bellezza interiore

INCONTRO CON LA BELLEZZA INTERIORE ATTRAVERSO LA CURA DEL CORPO

Per essere in armonia con se stessi, ed il proprio vissuto interiore è necessario trovare anche un equilibrio a livello fisico. Raggiungere un equilibrio psico-fisico è importante per creare una sorta di rimando tra le emozioni e quanto recepisce il nostro organismo. Spesso il corpo invia dei messaggi importanti che possono anche essere sintomo di un malessere interiore sfuggito ad un primo impatto. E’ importante riuscire a leggere questi messaggi e ascoltarsi di più, specie in questi ultimi tempi dove l’individuo è sottoposto quotidianamente a ripetuti stress, seppur minimi, per portare a termine i propri impegni restando al passo con i tempi. Per non essere sopraffatti dai malesseri quali ansia, stress, nervosismo che incidono

Elisabetta Nistri Presidente della Federazione delle Donne per la Pace nel mondo la WFWP

sul benessere fisico della persona, bisogna prendersi cura della propria mente e anima. Esiste una correlazione tra sfera mentale emotiva e fisica che sta alla base del benessere dell’anima e del corpo.

In linea con questo pensiero la Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo, di cui è presidente la Dott.ssa Elisabetta Nistri organizza a Roma per il prossimo 16 aprile 2016 un evento tutto al femminile dove è dato risalto alla bellezza interiore a partire dalla cura di quella esteriore. L’incontro IMPARIAMO AD ESPRIMERE LA NOSTRA BELLEZZA INTERIORE che avrà inizio alle ore 16.00 in Via di Colle Mattia, 131 (Roma) è un’occasione per riscoprire la bellezza interiore ed imparare ad esprimerla manifestandola anche attraverso un sorriso dolce, uno sguardo luminoso, un gesto gentile e generoso. Durante questo interessante incontro sono previste  lezioni di trucco e cura della pelle con metodi naturali. La bellezza parte da dentro, ma per darle maggior luce è importante anche prendersi cura dell’aspetto esteriore nel giusto equilibrio che dona armonia alla persona.

Silvana Lazzarino

LA FEDERAZIONE DELLE DONNE PER LA PACE NEL MONDO

presenta l’incontro

IMPARIAMO AD ESPRIMERE

LA NOSTRA BELLEZZA INTERIORE

Roma- Via di Colle Mattia, 131

Sabato 16 aprile 2016 ore 16.00

Ingresso libero

LA FEDERAZIONE DELLE DONNE PER LA PACE NEL MONDO 

In Italia la WFWP “Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo” è stata inaugurata nel 1992 dalla Fondatrice e Presidente Hak Ja Han Moon e successivamente fondata nel 1994.  La WFWP si basa sul principio che le donne, lavorando insieme, prendendo l’iniziativa e rafforzandosi le une con le altre aldilà di razza, cultura e religione, per creare famiglie sane, possano risolvere i problemi delle nostre società e del mondo.  La WFWP lavora per offrire alle donne di tutto il mondo la conoscenza, i mezzi e il sostegno necessario per creare la pace nella propria casa e famiglia,pace nella propria comunità, nella propria nazione e nel mondo

 

Altri articoli di Silvana Lazzarino pubblicati su ildispari24.it

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-04-04/

http://www.ildispari24.it/it/gohar-dashti/

http://www.ildispari24.it/it/volto-e-corpo/

http://www.ildispari24.it/it/toulouse-lautrec/

http://www.ildispari24.it/it/mario-giacomelli/

http://www.ildispari24.it/it/tango-silencio/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-pinchi/

http://www.ildispari24.it/it/seme-creativo/

http://www.ildispari24.it/it/successo-per-marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/il-segreto-di-leonardo-da-vinci/

http://www.ildispari24.it/it/bulgari/

http://www.ildispari24.it/it/palazzo-braschi/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-8-marzo/

http://www.ildispari24.it/it/escher-a-treviso/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-vaccarone-e-la-poesia-visiva/

http://www.ildispari24.it/it/ugolina-ravera/

http://www.ildispari24.it/it/concerto-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/tinto-brass-uno-sguardo-libero/

http://www.ildispari24.it/it/il-poeta-dellanno-2015/

http://www.ildispari24.it/it/de-chirico-a-ferrara/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/de-chirico-a-ferrara/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/premio-il-poeta-dellanno/

Convegno 8 Marzo

CONVEGNO IL SENSO DELLA RELAZIONE, ASSOCIAZIONE “IL VALORE DEL FEMMINILE”

NELLA GIORNATA DELLA DONNA

A partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso l’universo delle donne poco alla volta si è fatto strada impegnandosi per far valere i propri diritti e decidere liberamente della propria vita. Le donne con costanza e nel corso degli anni hanno saputo conquistarsi gli stessi diritti degli uomini, diritti civili e sociali, tra questi il diritto al lavoro che ha loro permesso di mostrare le proprie risorse e capacità, affermandosi tanto nella politica, quanto in ambito imprenditoriale, ricoprendo ruoli che prima erano impensabili. Sempre più le donne si stanno affermando nel campo della medicina e della scienza, ma anche in politica ricoprendo ruoli di rilievo. In questi ultimi anni la donna si è ritagliata un ruolo sempre più preciso e significativo con funzioni dirigenziali a dimostrazione di come talento e capacità possano superare qualsiasi barriera ideologica e sociale.

Convegno LOGOS, EROS, E INTIMITA' Il senso della relazione Convegno
LOGOS, EROS, E INTIMITA’ Il senso della relazione

Forti e coraggiose, appassionate e misteriose, fragili e timide, le donne svelano un universo di emozioni attraverso storie e esperienze di vita ognuna con caratteristiche diverse dove si leggono accanto alla determinazione e al coraggio, momenti di sofferenza e dolore. A questo universo così forte e fragile, appassionato e misterioso e al loro complesso relaz6ionarsi con l’orizzonte maschile, è dedicato il convengo LOGOS, EROS E INTIMITA’. Il senso della relazione organizzato dall’Associazione IL VALORE DEL FEMMINILE di cui è Presidente Virginia Vandini direttore Centro Italiano Counseling Umanistico.

Il convegno, che si svolgerà l’8 marzo 2016 a Roma presso l’Aula Wolf –dell’Università “La “Sapienza” nella Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione in Via Salaria, 113 dalle 9.00 alle 13.30 attraverso interventi di esperti nel campo della sociologia, della psicologia, del counceling, presenterà un’analisi di come donne e uomini possano camminare insieme in modo costruttivo nella quotidianità confrontandosi e creando rapporti di collaborazione e fiducia, guardando alle differenze come un arricchimento.

Patrocinato dalla Società Italiana Counseling, Città Metropolitana di Roma Capitale e Regione Lazio e in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, il convegno, con l’accreditamento dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Lazio, guarda alla relazione tra donne e uomini in quanto realtà dove trovare condivisione, occasioni di crescita per evolvere e migliorare insieme riscoprendo l’intimità personale e quella con l’altro..

Logos ed Eros” possono essere considerati come due cerchi dalla cui unione si forma il numero 8 (otto), che, visto rovesciato, è simbolo dell’infinito a suggerire le infinite possibilità contenute nelle relazioni. Da questa possibilità di incontro e scambio con l’altro/a si può parlare di un nuovo modo di concepire l’intimità con se stessi e con gli altri.

Virginia Vandini Virginia Vandini

All’apertura condotta dalla giornalista Valeria D’Onofrio ed ai saluti istituzionali del Professor Paolo De Nardis, ordinario di Sociologia alla “Sapienza”, seguiranno gli interventi di Virginia Vandini Presidente dell’Associazione “Il Valore del Femminile”, Marta Rodriguez Direttrice Istituto di Studi Superiori sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Daniel Lumera docente formatore internazionale e scrittore e Pierpaolo Valerio psicologo del lavoro e delle organizzazioni. E ancora le riflessioni sul tema da parate di Umberta Telferner psicologa, psicoterapeuta e scrittrice, Domenico Bellantoni psicologo, psicoterapeuta e councelor ad orientamento analitico- esistenziale frankliano docente presso l’Università Pontificia Salesiana e Anna Maria Morsucci giornalista, scrittrice e coach.

Sulla lunghezza d’onda di questa mattinata dedicata a scoprire meglio le emozioni guardando se stessi per aprirsi agli altri in un’ottica di condivisione e evoluzione reciproca, va citato l’appuntamento che vede protagonista l’attrice Eleonora Brigliadori, grande artista ma anche profonda studiosa e conoscitrice di antroposofia. Si tratta di tre incontri che la Brigliadori terrà presso la sede dell’Associazione Il Valore del Femminile, (il 2, 9 e 16 marzo 2016) per un breve viaggio su Geometria e Psike. Le relazioni cosmiche dell’anima, durante i quali cercherà di rispondere alle domande sulle diversità di pensiero e di linguaggi interpretativi dell’uomo, sulle possibili organizzazioni del corpo in relazione alle funzioni dell’anima e su come distinguere scientificamente ciò che è pensiero, da ciò che si manifesta nella sfera del sentimento o in quella della volontà. Senza tralasciare quanto possa incidere nel destino dell’uomo l’influenza del libero arbitrio o della predestinazione. Interessante poi l’incontro che sarà tenuto da Margherita Marchetti, psicologa, counselor ad orientamento psicocorporeo e cristalloterapeuta integrata su due interessanti interventi dedicati proprio alle funzioni della Cristalloterapia (giovedì 17 e mercoledì 23 marzo dalle ore 20 alle 22). Si tratta di un percorso, teorico-pratico sulle energie sottili e le caratteristiche delle pietre e dei cristalli, sui possibili utilizzi come strumento di crescita personale e di benessere psicofisico. Sarà possibile imparare a sentire e ad interagire con l’energia delle pietre e delle persone in un clima di libero scambio fondato su ascolto e condivisione. Per info e prenotazioni: m.marchetti83@yahoo.it. Alle fiabe, ai loro significati che assumono nel percorso della vita e come si possa attraverso di esse costruire nuovi immaginari a partire dal proprio bambino interiore, è rivolto l’evento condotto da Paola Biato per risvegliare la psiche e l’anima, fissato per domenica 6 marzo dalle 10 alle 18.00. Virginia Vandini accanto ai due incontri (1e 29 marzo) sul “Mantra Madre” sorta di filo d’oro che lega la conoscenza rivelata delle origini alle tradizioni esoteriche dei popoli, fino alla psicologia del profondo, darà spazio (il 10 e 24 marzo) al Laboratorio immaginale in cui a partire da due temi controversi: inganno e nobiltà sarà mostrato il processo per recuperare l’autenticità della propria esistenza riuscendo a smascherare falsi miti e allo stesso tempo liberarsi da certi schemi che non fanno parte del proprio bagaglio interiore. Per prenotarsi scrivere a: v.vandini@ilvaloredelfemminile.com.

Silvana Lazzarino

 

LOGOS, EROS E INTIMITA’

Il senso della relazione

Aula Wolf – “Sapienza” Università di Roma

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione

Via Salaria, 113 00198 Roma

8 marzo 2016 dalle 9.30 alle 13.30

Ingresso libero (prenotazione info@ilvaloredelfemminile.com)

Pantagrueleteatro

Pantagrueleteatro

teatro

Con Alessandra Faiella

Dalla creazione del Personaggio al Monologo Comico
12 e 13 Marzo dalle 10 alle 18

Come si fa per inventarsi un personaggio comico o un monologo esilarante con cui far divertire il pubblico teatrale o televisivo?

Il workshop è rivolto a tutti gli attori, professionisti e non, che vogliano integrare la propria formazione con la dimensione creativa della comicità e dell’umorismo

alessandraLaureata in drammaturgia all’Università di Bologna, Alessandra Faiella,comincia la sua carriera teatrale a fianco di Massimo de Vita al Teatro Officina di Milano.

Ha studiato a Parigi con Philippe Gaulier, e in Italia con Quelli di Grock, Arturo Corso, Dario Fo.
Teatro: nella sua carriera trentennale, ha recitato con Dario Fo, Franca Rame, David Riondino, Massimo Navone, Renato Sarti, Marco Rampoldi.

In televisione ha partecipato ai programmi di Serena Dandini, Gialappa’s Band, Zelig, Cochi e Renato, Piero Chiambretti, Daria Bignardi.
Tra i suoi monologhi: “Sesso? Grazie tanto per gradire”, di Fo-Rame, e “La Momola Menardi” con testi di Franca Valeri,La versione di Barbie” tutti con la regia di Milvia Marigliano.

Ultimamente ha portato in tournée gli spettacoli; “Stasera non escort” (con le colleghe Antonelli, Pelusio, Penoni), “Nudi e Crudi” con Max Pisu, regia di Marco Rampoldi, “Coppia aperta, quasi spalancata” di Dario Fo e “Comedians” di Trevor Griffith regia Renato Sarti.

Ha pubblicato saggi e romanzi con: Fazi, Mondadori, Garzanti, Sole24ore.

Tiene corsi di teatro comico e di teatroterapia attraverso l’umorismo
http://www.alessandrafaiella. com
https://it.wikipedia.org/wiki/ Alessandra_Faiella
http://www.video.mediaset.it/ video/zelig_1/clip/432348/ alessandra-faiella.html
https://www.youtube.com/watch? v=ANYnPtP1_Ck
http://www.ilsole24ore.com/ art/cultura/2014-10-11/la- tragicomica-coppia-aperta- alessandra-faiella-171700. shtml?uuid=ABu3ZJ2B

livestream lanostraisola banner bozza 3

Con Afra Crudo

afraVorrei andare alle origini del teatro e della danza, che l’atto fosse radicale, la presenza totale, e lo spazio scenico svanisse per portare una vita più intensa, più fulminea. Vorrei che ogni gesto diventasse simbolo, che ogni parola fosse necessaria, quella e quella sola. Vorrei che si raccogliesse nell’attimo tutta una vita, nel mistero dell’esserci. Vorrei che il teatro mi aiutasse a fare la Domanda

16 e 17 Aprile dalle 10

Lo stage è basato sul lavoro con il corpo e la voce.
Apprendimento di una sequenza di movimenti e varie interpretazioni, studio sulle differenti qualità e variazioni del movimento,esplorazione della vocalità e delle sue possibilità espressive. Lavoro su presenza e interpretazione.
La seconda parte invece sarà dedicata al lavoro su proposte dei partecipanti che avranno voglia di lavorare su testi, musiche, parti, costumi, coreografie, estratti di spettacoli…

I partecipanti sono invitati a portare questi materiali come qualcosa su cui hanno veramente URGENZA di lavorare,
Sono possibili anche improvvisazioni.

www.afracrudo.wordpress.com

Bruno EXPO 11

una telUna telefonata Tranquilla
Di Antonello Arabia

Con Antonello Arabia e Valentina Rossoni

9   Aprile  Ore   21,00

Info e prenotazioni
direzione@pantagrueleteatro.it – tel.: 333 988 1367

EXPO Bruno 3
lettureLetture Interpretate e suggestioni sonore sul tema della guerra nel mese della Liberazione
A seguire aperitivo

16  Aprile   Ore  19,00 Info e prenotazioni
direzione@pantagrueleteatro.it – tel.: 333 988 1367

Bruno EXPO 2
Cocosìn

Simone Pieroni

COSI’ E’  (se vi pare)
Di Luigi Pirandello

21 e 22 Maggio  dalle 10 alle 18

Quanto teatro c’è nella nostra vita di tutti i giorni?
Abbiamo un viso ma dobbiamo indossare tante maschere:a volte per convenienza , a volte per obbligo, a volte per libera scelta.
C’è una verità dietro questa maschera?
Lavoro intensivo su Corpo, Voce, Espressività del Personaggio inteso come “Maschera indossata”
Condotto attraverso scene tratte dal testo pirandelliano “Così è (se vi pare)”
https://www.facebook.com/ simopieroni/photos
https://www.youtube.com/watch? v=-m2Yx59ZsBQ
https://www.youtube.com/watch? v=gjdreMARNYg

emmegiischia chiocciola punto com

Antonello Arrandom
antonelloDi e con

Antonello Arabia

http://antonelloarabia.jimdo. com/antonello-arrandom/
11  Giugno  Ore  21,00
Info e prenotazioni
direzione@pantagrueleteatro.it – tel.: 333 988 1367

 

Pantagrueleteatro

A cura di “Le Mille e una notte” saluto all’estate in arrivo
Salutiamo l’estate in arrivo con racconti, profumi, suggestioni sonore
A seguire aperitivo “Le Mille e una notte”

18  Giugno   Ore  19,00
Info e prenotazioni
direzione@pantagrueleteatro.it – tel.: 333 988 1367

Pantagrueleteatro

Premio eudonna

PREMIO EUDONNA ALL’EROISMO FEMMINILE

A cominciare dagli Anni Cinquanta del secolo scorso, le donne hanno lottato per uscire da quel ruolo subordinato rispetto alle figure maschili riuscendo a decidere liberamente della propria vita. Poco alla volta hanno saputo conquistarsi gli stessi diritti degli uomini, diritti civili e sociali, tra questi il diritto al lavoro che ha loro permesso di mostrare le proprie risorse e capacità, affermandosi tanto nella politica, quanto in ambito imprenditoriale, ricoprendo ruoli che prima erano impensabili. Sempre più le donne si stanno affermando nel campo della medicina e della scienza, ma anche in politica ricoprendo ruoli di rilievo. In questi ultimi anni la donna si è costruita un ruolo sempre più preciso e significativo con funzioni dirigenziali ad indicare come talento e capacità possano superare qualsiasi barriera ideologica e sociale. Malgrado le difficoltà per emergere, malgrado spesso si senta parlare di violenza sulle donne, vittime spesso indifese e silenziose, le stesse hanno dimostrato coraggio e determinazione nell’affrontare situazioni complesse e difficili. Di donne coraggiose, anticonformiste che hanno attraversato la storia d’Italia ce ne sono state diverse: da Cristina Trivulzio di Belgioioso nata nel 1808, femminista della prima ora e paladina dell’unità nazionale a Rita Levi Montalcini Premio Nobel per la medicina, da Maria Montessori a Madre Teresa di Calcutta che ha dedicato la sua vita alla cura dei più poveri.

Giovanna Sorbelli
Giovanna Sorbelli

Ci sono anche donne meno note, spesso sconosciute che nel vissuto quotidiano, lavorativo e famigliare hanno mostrato coraggio e temperamento affrontando diverse difficoltà e lottando contro il dolore: dolore morale e dolore fisico per non esserne soggiogate. A queste donne ed al loro eroismo EUDONNA- Movimento Federativo Femminile per l’Europa, di cui è presidente Giovanna Sorbelli, dedica un’iniziativa ed un premio di grande spessore ideologico e sociale anche a livello europeo. L’iniziativa Donne Eroiche, giunta alla quinta edizione, si ripresenta con il medesimo palinsesto e nella totale gratuità. Come negli anni precedenti i premi assegnati alle donne distintesi nelle diverse categorie sono donati dalla scultrice delle lune Paola Romano, madrina della serata, la cui opera, dallo stile elegante e raffinato, racchiude poesia e mistero, fragilità e forza.

Il Premio Eudonna dedicato all’eroismo femminile si terrà il prossimo 13 gennaio 2016 a Roma in Via IV Novembre dalle ore 15.30 alle 18.00, presso la Sala Spazio Europa alla rappresentanza italiana della Commissione Europea. Patrocinato dalle più importanti Istituzioni nazionali (Senato, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio, Regione, Roma Capitale) e da organismi europei, l ’evento verrà riproposto successivamente a Bruxelles di concerto con altre entità associative del circuito Eudonna. Alcune donne della società civile protagoniste di storie di eroismo, dolore, sacrificio, privazione, violenza subita riceveranno questo importante riconoscimento. Si tratta di donne che a causa della violenza da parte del loro compagno oggi si trovano in carrozzella, o si trovano costrette a viaggiare sotto falsa identità per non farsi riconoscere.

Paola Romano scultrice
Paola Romano scultrice

A ricevere le targhe saranno anche due uomini: un giudice della Corte Costituzionale e un ricercatore del CNR che ha la banca degli antichi SEMi, quelli non modificati geneticamente. Entrambi si sono distinti per temi ambientali cui EUDONNA è particolarmente attenta. Sarà anche dato un riconoscimento ad un personaggio del mondo dello spettacolo: Pamela Villoresi. Le donne eroiche riceveranno come sopracitato un’opera della scultrice PAOLA ROMANO.

Dopo la prima parte riservata all’Eroismo femminile, la cerimonia si conclude con una sezione speciale dedicata all’attività creativa delle donne che vede quest’anno protagonista la pittura. Anche il riconoscimento artistico rientra nella specificità di linguaggio che la comunità femminile intende codificare ed evidenziare nel tentativo. forse ancora pioneristico, di creare un sistema di valori entro un’ottica tutta al femminile. Non mancheranno momenti di intensa commozione quando attraverso i racconti delle donne eroiche saranno ricordati attimi di grande sofferenza. Far rivivere il dolore è un modo per rievocarne la successiva sublimazione attraverso il momento “eroico” della reazione e della ripresa costruttiva. In questa circostanza assume particolare enfasi il valore di donne speciali che la comunità femminile riconosce ed esalta. Saranno presenti personalità del mondo istituzionale e culturale, tra le quali anche il Vescovo ausiliare di Roma S.E. Monsignor Lorenzo Leuzzi.

Silvana Lazzarino

 

PREMIO EUDONNA ALL’EROISMO FEMMINILE

Roma- Sala Spazio Europa.

Via IV Novembre, 149

mercoledì 13 gennaio 2016

dalle ore 15.30 alle 18.00

Ingresso libero

(per motivi organizzativi è richiesta la prenotazione entro la mattina del 13 anche al 3318075195).

www.eudonna.it