Sergio Martino tra commedia e thriller alla Casa del Cinema di Roma

SERGIO MARTINO: RASSEGNA DEI SUOI FILM ALLA CASA DEL CINEMA DI ROMA

Dalla commedia al genere erotico, dal poliziesco all’italiana al thriller, passando per il western e poi l’avventuroso, fino al documentario, Sergio Martino tra i registi che meglio hanno esplorato i diversi generi della cinematografia con acutezza e originalità, è protagonista della Rassegna presso la Casa del Cinema di Roma che si apre il 15 gennaio 2018. Ad aprire la Rassegna è la commedia gastronomica con “Spaghetti a mezzanotte” dove protagonisti sono Barbara Bouchet e Lino Banfi, mentre il poliziesco all’italiana Le città tremano con “Milano trema: la polizia vuole giustizia” in cui vi sono riferimenti all’attualità di quegli anni con il caso Calabresi, chiude la prima parte delle proiezioni il 29 gennaio.

Sergio Martino Rassegna di film Casa del Cinema di Roma
Sergio Martino Rassegna di film Casa del Cinema di Roma

Curata dalla Cineteca Nazionale, la rassegna“ Tutti i colori del cinema. I film di Sergio Martino”, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale. in collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution, presenta alcune tra le pellicole più significative che hanno non soltanto contrassegnato la filmografia del regista, ma anche i cambiamenti e le trasformazioni culturali e antropologiche della società italiana degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta.  I film  di Sergio Martino  hanno fatto divertire e sognare per quella narrazione vivace, quella certa ironia stile anglosassone, e quelle simpatiche gag di Lino Banfi, e la sensualità di una Edwige Fenech quasi sempre irraggiungibile. E poi le suggestive atmosfere gotico-decadenti come in “Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave” ambientato in una cittadina veneta dove avvengono misteriosi omicidi, per non dimenticare il pastiche di generi (poliziesco, thriller, commedia) di “Morte sospetta di una minorenne” ambientato a Milano dove si susseguono numerosi crimini tra cui spicca la scomparsa delle minorenni, considerato dallo stesso regista tra i thriller preferiti. Recentemente è stata pubblicata la sua autobiografia “Mille peccati… nessuna virtù?”(Bloodbuster edizioni, 2017) che sarà presentata il 29 gennaio dopo la proiezione del film “Milano trema…la polizia vuole giustizia” durante l’incontro moderato da Steve Della Casa con Sergio Martino.  Del volume del regista Sergio Martino citiamo una sua dichiarazione: “Questa è la storia del lavoro di un “regista trash emerito”, come mi diverte considerarmi ora, cercando di bilanciare gli insulti dei critici all’uscita dei miei film, negli anni Settanta e Ottanta, e gli osanna delle nuove generazioni che hanno potuto apprezzare in dvd i miei film e rivalutarli, il tutto grazie alla stima di Quentin Tarantino, Eli Roth, Jaume Balaguerò e altri autori e critici stranieri, bontà loro”.

 

Silvana Lazzarino

 

PROGRAMMA rassegna dedicata a Sergio Martino

LUNEDÌ 15 GENNAIO  La commedia gastronomica

ore 15.30 “Spaghetti a mezzanotte” di Sergio Martino (1981, 92’)

ore 17.30 ”Cornetti alla crema” di Sergio Martino (1981, 98’)

 LUNEDÌ 22 GENNAIO Più rosso del nero… il thriller all’italiana

ore 15.30 “Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave” di Sergio Martino (1972, 96’)

ore 17.30 “Morte sospetta di una minorenne” di Sergio Martino (1975, 101’)

 LUNEDÌ 29 GENNAIO Le città tremano… il poliziesco all’italiana

ore 16.30 “Milano trema: la polizia vuole giustizia” di Sergio Martino (1973, 103’)

 

Rassegna

“Tutti i colori del cinema. I film di Sergio Martino

(Prima parte)

tutti  i lunedì’ dal 15 al 29 gennaio 2018

Lunedì 29 incontro con il regista romano e presentazione della sua autobiografia.

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 Roma

Informazioni tel. 060608 www.casadelcinema.it www.060608.it Proiezioni con ingresso libero

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma ricorda Mario Verdone a cento anni dalla nascita

MARIO VERDONE. LA CASA DEL CINEMA LO CELEBRA CON INCONTRI E PROIEZIONI DI FILM

Protagonista della storia del cinema, non solo in qualità di citrico dello spettacolo e regista, ma anche quale scrittore, studioso e professore universitario, Mario Verdone (Alessandria 1917-Roma 2009), è stato il primo assegnatario di una libera docenza di Storia del Cinema in un’università italiana insegnando prima a Parma e poi a Roma. Il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma che per decenni è stato un luogo di fervore culturale per lo stesso Verdone, lo ricorda con un appuntamento importante dedicato alla sua

Mario Verdone
alla Casa del Cinema incontri e proiezioni di film e documentari

attività di docente, storico e critico che ha dato un apporto decisivo all’istituzionalizzazione degli studi sul cinema. Promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, l’evento Mario Verdone, un viaggiatore tra le arti che si svolgerà a Roma presso la Casa del Cinema martedì 10 ottobre 2017 a partire dalle ore 16.30, ripercorre la straordinaria carriera di un uomo che per primo ha portato all’interno delle aule accademiche la possibilità di dibattere e argomentare di cinema, la cui forza comunicativa e tematiche uscivano fuori dai circuiti abituali delle riviste e dei club. Accanto agli insegnamenti di filmologia e di storia ed estetica del film rispettivamente presso la Facoltà di Magistero e l’Università internazionale di Scienze Sociali, Mario Verdone ha inaugurato la prima produzione

Mario Verdone la Casa del Cinema gli rende omaggio
Mario Verdone la Casa del Cinema gli rende omaggio

universitaria in Italia di film in 16 mm realizzati da studenti. E’ stato attivo collaboratore per le più importanti testate di arti dello spettacolo e in particolare della prestigiosa rivista “Bianco e Nero” di cui fu redattore dal 1947 e autore di più di trenta documentari tra cui: “Stracittà” (1951), “Immagini popolari siciliane” (1953), “Anni Lieti” (1955), “Madonne Senesi” (1958), “Le viole di Santa Fina” (1958) e “Mazzini Europeo” (1960).

Membro della Commissione italiana dell’UNESCO, nel 1956 ha fondato il Conseil International Cinéma et Télévision (CICT). Durante l’evento a lui dedicato, in collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution, si alterneranno incontri, dibattiti e proiezioni di suoi documentari e corti da lui diretti. Si spazierà da documentari che raccontano dei giochi di bambini dell’epoca in diversi quartieri della città di Roma (dai prati del Gianicolo a Villa Borghese) alle immagini legate alla corrente dei Macchiaioli attivi a Livorno con la presentazione di opere di Banti, Borrani, Costa e Giovanni Fattori con un documento critico di Diego Martelli. E poi il documentario dedicato ad Umberto Onorato ritrattista e caricaturista teatrale del suo tempo mentre ritrae celebri personaggi della cultura e dello spettacolo tra cui Eduardo De Filippo, e quello che racconta i mestieri ippici esercitati nei rioni più popolari di Palermo; per concludere con quello sull’antico Egitto diretto insieme a Giulio Petroni. A ricordare la sua intensa e affascinante carriera anche l’incontro moderato da Alfredo Baldi cui partecipano Gianfranco Bartalotta, Roberto Barzanti, Eusebio Ciccotti e Ivelise Perniola e quello moderato da Felice Laudadio con Achille Bonito Oliva, Daniele Luchetti, Elio Pecora, Carlo Verdone, Luca Verdone, Enrico Vanzina.

Silvana Lazzarino

     PROGRAMMA

ORE 16.30 | “Anni lieti di Mario Verdone” (1955, 10’)

Documentario sui giochi e passatempi di bambini a Roma, dai prati del Gianicolo a Villa Borghese.

a seguire “Macchiaioli a Livorno” di Mario Verdone (1964, 10’)

Il documentario illustra la storia del movimento dei macchiaioli e della presenza di questi ultimi a Livorno, seconda città del gruppo di artisti. Vengono mostrate opere di Banti, Borriani, Sernesi, Costa, De Vivoli e il Modigliani degli inizi. L’opera di Fattori è documentata nell’ultima parte del documentario, con l’intervento critico di Diego Martelli.

ORE 17.00 | Incontro moderato da Alfredo Baldi, Gianfranco Bartalotta, Roberto Barzanti, Eusebio Ciccotti, Ivelise Perniola

Nel corso dell’incontro sarà presentato il numero 588-589 di «Bianco e Nero» (Centro Sperimentale di Cinematografia, Edizioni Sabinae, 2017).

ORE 18.00 | “La vita teatrale. Album di Umberto Onorato” di Mario Verdone (1955, 10’)

Umberto Onorato, il maggior ritrattista e caricaturista teatrale del suo tempo, al lavoro con il suo famoso “taccuino”, ripreso mentre ritrae celebri personaggi della cultura e dello spettacolo, tra cui Eduardo De Filippo di profilo.

a seguire “Mestieri per le strade” di Mario Verdone (1959, 10’)

Mestieri tipici esercitati nei rioni più popolari di Palermo. Viene documentato l’uso, di origini antichissime, di riunire in una stessa via i membri di un mestiere, praticato per lo più all’aperto.

ORE 18.30 | Incontro moderato da Felice Laudadio con Achille Bonito Oliva, Daniele Luchetti, Elio Pecora, Carlo Verdone, Luca Verdone, Enrico Vanzina

a seguire “Antico Egitto” di Giulio Petroni e Mario Verdone (1959, 11’)

Documentario girato in Egitto da Mario Verdone e completato a Roma da Giulio Petroni. 

Mario Verdone, un viaggiatore tra le arti   

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 Roma

Martedì 10 ottobre 2017 dalle ore 16.30 alle 18,30

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Informazioni tel. 060608 www.casadelcinema.it www.060608.it

Ingresso gratuito

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

 

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

 

Festival Remover Roma con Santiago

Cammino di Santiago,a Roma tra arte, musica, cinema e teatro

Roma per tutto il mese di ottobre si veste della magia, entusiasmo creatività proprie della cultura spagnola ripercorrendo le tappe più significative del cammino di Santiago.. E’ quanto proposto dal Festival Remover Roma con Santiago che in questa prima edizione si propone di  far conoscere il lavoro di alcuni dei maggiori artisti che provengono dalle varie regioni spagnole attraverso cui passa il Cammino di Santiago. Presentato lo scorso 14 settembre 2017 presso la sede dell’Ambasciata di Spagna in Italia a Palazzo Borghese, alla presenza dell’Ambasciatore di Spagna in Italia, Jesús Manuel Gracia Aldaz, organizzato dall’Ambasciata di Spagna in Italia in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene e realizzato grazie al patrocinio di Indra, il Festival prevede un ricco programma di appuntamenti culturali tra arte, musica, teatro e cinema che permetterà di ripercorrere le varie tappe del Cammino di Santiago,

Per un mese dal 2 ottobre al 2 novembre 2017 si potrà scoprire il fascino della cultura spagnola nelle sue diverse forme raccontata attraverso diversi eventi che troveranno spazio entro i luoghi più rappresentativi della stessa cultura spagnola a Roma: quali la Real Academia de España en Roma l’Istituto Cervantes e la Escuela Espanola de Historia y Arqueologia en Roma.

Cammino di Santiago. Festival  Remover

Il grande concerto di Uxia, considerata una delle esponenti più importanti della musica galiziana aprirà il festival il 2 ottobre presso la Reale Accademia di Spagna. Lo stile di questa cantante si caratterizza per la fusione di musica tradizionale galiziana con il Fado genere di musica popolare protoghese e i ritmi brasiliani. Tra i più importanti riconoscimenti ricevuti va citato il Premio della Critica Galizia 2016. A seguire vi sarà l’inaugurazione della grande mostra collettiva “Muchos Caminos” presso la Real Academia de España dove protagonisti saranno artisti spagnoli contemporanei e stranieri che hanno legato in qualche modo il loro lavoro al Cammino.

Sempre in ambito musicale tra gli appuntamenti il 27 ottobre presso la Reale Accademia di Spagna si esibirà in concerto Carmen Paris compositrice, pianista ed eccezionale cantante, che è riuscita a farsi strada nel mondo della musica esplorando diversi generi che ha saputo unire con grade maestria come la jota con il jazz e il tango, e ancora musica andina, cubana, arabo andalusa. E’ stata insignita del Premio Nacional de Músicas actuales 2014, rilasciato dal Ministero della Cultura per aver elevato la jota a livello internazionale con la sua voce travolgente.

Cammino di Santiago. Festival Remover
Cammino di Santiago. Festival Remover

Ancora musica il 29 ottobre sempre alla Reale Accademia di Spagna con il concerto di Maria del Mar Bonet, voce tra le più rappresentative della cultura Mediterranea che con questo concerto, accompagnata dal chitarrista valenciano Borja Penalba, chiuderà la sua carriera cinquantennale durante la quale si è esibita in diversi luoghi d’Europa, Nord Africa, Stati Uniti, America Latia e Giappone, oltre ad aver preso parte alla ricerca di nuove forme artistiche.

In ambito letterario presso l’Istituto Cervantes a Roma. il 2 novembre alle ore 18.00 Agustín Sánchez Vidal professore di Storia del Cinema all’Università di Saragozza, saggista, sceneggiatore, scrittore, tra più grandi studiosi dei registi Luis Buñuel e Carlos Saura, presenterà “Buñuel y el Camino de Santiago”. A Carlos Saura, una delle figure chiave della storia del cinema spagnolo è dedicato

Cammino di Santiago Festival Remover
Cammino di Santiago Festival Remover

l’incontro che si terrà il 6 ottobre alla Casa del Cinema dove verrà proiettata la sua nuova opera “Jota, de Saura” dedicata all’Aragona sua terra d’origine. Sempre alla Casa del Cinema il 7 ottobre, sarà la volta del regista, sceneggiatore e attore Oliver Laxe, riconosciuto e premiato a Cannes e a livello internazionale, che presenterà “Todos vòs sodes capitans”.

Oskar Alegrìa presenterà “Emak Bakia baita”, documentario dedicato al soggiorno basco di Man Ray, attraverso la ricerca della casa in cui l’artista girò un film d’avanguardia quasi del tutto sconosciuto e che non figura in nessun archivio. Isabel Muñoz, fotografa di fama internazionale, due volte vincitrice del World Press Photo, che centra il suo lavoro sullo studio del corpo umano, porterà il documentario “Angalia Mzungu”, quale testimonianza di un suo viaggio compiuto in Congo. Tra gli appuntamenti dedicati al teatro il 4 ottobre si terrà “Beatus”, spettacolo incentrato sull’Apocalisse di Giovanni con scene cantate tra tradizione popolare e liturgia. Il Festival prevede anche laboratori artistici per bambini curati da Maria Angeles Vila, per introdurre i giovani entro questo viaggio alla scoperta del Camino de Santiago.

Silvana Lazzarino

 Festival Remover Roma con Santiago

Le sedi: la Real Academia de España en Roma

l’Istituto Cervantes la Escuela Espanola de Historia y Arqueologia en Roma.

dal 2 ottobre al 2 novembre 2017

Per informazioni: www.piazzadispagna.es

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

http://www.ildispari24.it/it/il-meraviglioso-mondo-di-wal-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/antufiev-e-la-mostra-eternal-garden-a-roma/

 

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

 

Premio Nazionale Musa d’Argento 2 Edizione

 Musa d’Argento di Lucia Aparo. 2 Edizione Premio dedicato alle arti e ai talenti

Alla sua seconda edizione il PREMIO NAZIONALE MUSA D’ARGENTO, Festival Cinematografico e dei Talenti nelle diverse sfaccettature dalla recitazione alla musica, dal canto all’arte, dalla moda alla poesia, la cui finale nazionale sarà dall’8 al 10 settembre 2017 in Sicilia presso il Comune di  Vittoria (RG) punta sulla qualità e la bravura dei partecipanti, offrendo la possibilità anche a coloro che non risultassero vincitori, un’occasione in più per emergere.

Rino Gaetano Premio Musa d'ARgento 2 edizione
Rino Gaetano
Premio Musa d’ARgento 2 edizione

La siciliana Lucia Aparo, fondatrice e Direttore Artistico del Premio, nonché Presidente dell’Associazione culturale “Academy Stars”, ha rivelato alla stampa le ultime indiscrezioni sulle finali nazionali della seconda edizione di un evento che offre una rete di collegamento tra Produttori – Registi – Distributori e Artisti vari, favorendo una rilevante visibilità per tutti i partecipanti.

Carlo Alberto Terranova al Premio Musa d'Argento 2 edizione
Carlo Alberto Terranova al Premio Musa d’Argento 2 edizione

Sono stati resi noti i nomi delle giurie per la Sezione Arte e Cinema: per la commissione Arte presieduta da Francesca Guidi artista del Led, sono stati confermati giurati quali il Prof. Luca Filipponi, Nadia Celi, Giuseppe Nuccio Iacono, Fazio Gardini e Ketty Caraffa, mentre per la sezione Cinema accanto al Presidente Elizabeth Missland, nota giornalista e ai nomi già annunciati dei giurati Lucia Sardo, Giorgia Ferrero e Stefano Fresi, si andrà ad aggiungere Carlotta Bolognini, un cognome ed una ennesima garanzia. Premiata durante l’evento per la sua carriera Fioretta Mari presiederà la sezione “Talenti” affiancata da Silvio Pacicca, Graziella Terrei, Roy Geraci, Iskra Menarini, Marco Vito ed Ivan Lazzara, Gianluca Sole. E poi Marco D’Angelo, Marco Di Franco, Dradi Dimitar, Orazio Fazio, Vincenzo Merli, e ancora Alessia Caudatella, Pablo Gil Cagne’, Gennaro Diana, Gaia Barlocco, Pietro Gorgone,  Lucia Simoneski e Caterina Abel.

Fioretta Mari al Premio Musa d'Argento 2 edizione
Fioretta Mari al Premio Musa d’Argento 2 edizione

A queste presenze si sono aggiunte quelle dell’attore Fabrizio Romagnoli e di un grande personaggio: lo stilista Carlo Alberto Terranova che ritirerà il suo riconoscimento per la sua impeccabile attività lavorativa nel campo della Moda internazionale: All’intramontabile cantautore Rino Gaetano è dedicato il Premio alla Memoria che ritireranno la sorella Anna Gaetano e il nipote del cantautore, Alessandro greyVision, leader della official Band Rino Gaetano. Il Premio Giornalismo andrà a Gianpaolo Balsamo e Menzione speciale alla Memoria all’artista Sara Bruni, scomparsa dopo una  dolorosa malattia.

Il Premio Musa D’Argento, che ha avuto il sostegno del Comune di Vittoria con il Sindaco Giovanni Moscato e il vice sindaco Andrea La Rosa e ancora della Pro Loco guidata da Marco Cianci, dedicherà la giornata del 9 settembre 2017 alle selezioni definitive ché si svolgeranno negli interni del suggestivo Teatro Comunale di Vittoria un vero e proprio gioiello di arte neoclassica dedicato alla fondatrice della città Vittoria Colonna; mentre la serata conclusiva del 10 settembre si svolgerà in piazza del Popolo. A presentare le tre serate sarà il conduttore radiofonico e televisivo Anthony Peth. La kermesse Musa d’Argento, voluta anche dall’Assessore Cultura e Spettacolo Daniele Scrofani e dal Presidente del Consiglio comunale Andrea Nicosia, ha dato spazio anche a quanti pur avendo una disabilità abbiano deciso di intraprendere la strada del mondo dello spettacolo mostrando talento, bravura e determinazione. Una nota di merito questa per la manifestazione di Lucia Aparo che punta sulla passione, il talento, e la grinta di tanti giovani; caratteristiche necessarie per intraprendere e proseguire sulla strada del mondo dello spettacolo tra arte, musica, danza, recitazione, moda e fotografia.

Durante la conferenza stampa che si terrà domenica 10 Settembre 2017 alle ore 10.00 presso la Sala Conferenza di Villa Orchidea a Comiso, saranno svelati i nomi dei vincitori che si aggiudicheranno i tanti premi in palio nelle varie categorie.

Silvana Lazzarino

 

IL PREMIO NAZIONALE MUSA D’ARGENTO

Festival Cinematografico e dei Talenti

Finale Nazionale 8, 9 e 10 settembre 2017

Teatro Comunale di Vittoria e piazza del Popolo -Vittoria (Ragusa)

Info a: www.musadargento.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

Altri Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

http://www.ildispari24.it/it/il-meraviglioso-mondo-di-wal-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/antufiev-e-la-mostra-eternal-garden-a-roma/

 

Napoli rende omaggio a Totò a 50 anni dalla sua scomparsa

TOTO’ PROTAGONISTA DELLA MOSTRA CHE APRE A NAPOLI IN TRE SEDI PALAZZO REALE, MUSEO CIVICO DI CASTEL NUOVO E CONVENTO DI S. DOMENICO MAGGIORE

La sua risata contagiosa, il suo humor inconfondibile ne hanno fatto l’attore per eccellenza capace con la sua ironia e mimica di conquistare un pubblico sempre più vasto. Stiamo parlando di Totò rivalutato solo dopo la sua morte e pertanto affiancato a grandi nomi quali Charlie Chaplin e Buster Keaton, mai stanco di improvvisare passando dal teatro al cinema alla televisione, capace come pochi di raccontare con una comicità pungente e affettuosa attraverso i suoi personaggi, le diverse sfaccettature dell’uomo e della società a lui contemporanea. Di particolare interesse è il suo essersi soffermato sulla realtà sociale povera del dopoguerra alle prese con le difficoltà quotidiane e la voglia di ricominciare, restituita con una sottile ironia che me smorzava il dramma.immagine-in-evidenza-per-emmegi

In occasione del cinquantenario della scomparsa di Totò (Antonio de Curtis) avvenuta il 15 aprile 1967, e nell’ambito delle celebrazioni che si terranno in suo ricordo, la città di Napoli accoglie la suggestiva mostra Totò Genio, la prima grande antologica dedicata al grande attore comico per sottolinearne la grandezza. Un uomo di spettacolo a trecentosessanta gradi:  artista del palcoscenico e del set che continua ad affascinare rivedendolo in pellicole che hanno fatto la storia da “Totò le Mokò” (1949), a “Signori si nasce” (1960)  da “Napoli milionaria” (1950) a Totò e Peppino divisi a Berlino” (1962) fino a “Totò contro i quattro” (1963) e “Uccellacci uccellini” (1966), senza dimenticare “La banda degli onesti” (1956) e “Totò Peppino e…la malafemmina” (1956).

Totò Genio. Mostra a Napoli ( dal film Signori si nasce)

Dislocata in tre sedi della città l’esposizione promossa e co -organizzata dal Comune di Napoli in collaborazione con le maggiori istituzioni culturali del paese, l’Istituto Luce, il Polo Museale della Campania – Palazzo Reale, la RAI, la Siae – Società italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di Rai Teche e dell’Archivio Centrale dello Stato e voluta dall’Associazione Antonio de Curtis, ripercorre la carriera di Totò dando ampio spazio alla sua figura poliedrica che ha sempre saputo stupire raccontando aspetti della vita gioiosi e malinconici, giocando sull’improvvisazione e l’imprevisto con quell’ingenuità cui legava un’ ironia spesso beffarda e pungente fonte di soluzione per uscire da situazioni non sempre facili.

Totò Genio. Mostra a Napoli. (dal film Totò Peppino e la malafemmina)

Curata da Alessandro Nicosia, che ha coordinato anche la direzione generale del progetto, insieme a Vincenzo Mollica, la mostra prodotta da C.O.R, Creare Organizzare Realizzare, mette in luce la figura poliedrica di Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfiro – genito Gagliardi De Curtis Di Bisanzio, più brevemente Antonio de Curtis e conosciuto al grande pubblico come Totò simbolo dello spettacolo comico in Italia, un artista a tutto tondo, attore di teatro e di cinema (sono 97 i film da lui interpretati) ma anche poeta e autore di  canzoni, considerato da Fellini un artista senza tempo. Entro gli spazi  del Museo Civico di Castel Nuovo (Maschio Angioino), Palazzo Reale e il Convento di San Domenico Maggiore. si sviluppa il percorso dedicato alla vita e all’arte di un genio intramontabile attraverso centinaia di documenti tra fotografie, filmati, costumi di scena, locandine di film, interviste, disegni, riviste e giornali d’epoca, spezzoni cinematografici e televisivi e ancora manoscritti personali, lettere, cimeli e materiale inedito,

Il rapporto tra Totò e i grandi della cultura del Novecento “Genio tra i geni” viene ripercorso negli spazi della. Cappella Palatina del Museo Civico di Castel Nuovo  con le interviste a personaggi di spicco della cultura e dello spettacolo italiani tra cui: Dario Fò, Roberto Benigni, Andrea Camilleri, Mina, Fiorello che raccontano il loro legame con Totò e quello che il grande attore ha rappresentato per loro. Accanto alle interviste sono i disegni che Fellini realizzati per Toò e quelli realizzati negli anni ’50 da Ettore Scola per la rivista satirica “Marc’Aurelio” e gli oltre trenta schizzi di Pasolini per “La terra vista dalla luna”, episodio del film Le streghe (1967) interpretato da Totò. Senza dimenticare i disegni di celebri fumettisti come Crepax, Pratt, Manara, Onorato e Pazienza, ed i lavori di giovani artisti ispirati dalla sua figura.

Totò Genio. Mostra a Napoli

Totò, che spettacolo!” La vita, il varietà, la poesia, le canzoni, la biblioteca, le cose di Totò (il famoso baule). L’Istituto Luce  e la Rai per Totò è la sezione allestita presso  Palazzo Reale  Sala Dorica. In essa iene analizzato il rapporto tra Totò e le arti passando dai costumi di scena originali, ai filmati e installazioni multimediali”, per poi trovarsi di fronte all’immancabile baule di scena, che Totò portava sempre con se nei teatri e nei set cinematografici. Il baule di scena, affidato, custodito e successivamente donato da Totò a suo cugino e segretario Eduardo Clemente, attualmente è custodito dal figlio Federico, che lo ha messo a disposizione per l’esposizione. Il lato più intimo e distante dai riflettori del genio della risata traspare dalle quattro poesie inedite qui esposte rivelatrici e custodi di sentimenti e sensazioni profonde esclusive del grande attore.

Il percorso si chiude con “Dentro Totò” allestito presso il Convento di San Domenico Maggiore (Grande Refettorio e Piccolo Refettorio) attraverso le cui diverse sezioni si possono scoprire nuovi aspetti della figura del grande artista, un Totò più “privato” come attraverso le 250 fotografie in cui è ripreso nei fuoriscena dei suoi film, nei momenti di vita quotidiana, nelle serate mondane, fotografie che rivelano le sue passioni, come quella per gli animali.

Totò Genio Mostra a Napoli. Dal film Totò Peppino e la dolce vita
Totò Genio Mostra a Napoli. Dal film Totò Peppino e la dolce vita

Totò e il cinema, allestita nel Piccolo Refettorio, che apre le sezioni di quest’ultima parte del percorso, presenta manifesti, locandine e fotobuste dei 97 film che hanno visto protagonista Totò e che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico. Totò e la pubblicità racconta un aspetto meno noto della sua carriera: anche Totò, come altri personaggi del cinema e della televisione, ha fornito la propria testimonianza diretta sulla qualità dei prodotti italiani. E’ stato testimonial di diversi prodotti come per la Lambretta nel 1957 insieme a Franca Faldini, o per pubblicizzare il famoso bacio della Perugina.

Sempre in questa terza sezione vengono raccontati i suoi funerali: il primo a Roma, il secondo a Napoli e il terzo nel Rione Sanità a Napoli, dov’era nato. Fotografie, filmati storici provenienti dall’Archivio Luce e dalla Rai, giornali e ricordi, testimoniano il sentito addio che Napoli ha rivolto al suo più grande artista. Il catalogo, edito da Skira, è introdotto da una prefazione di Goffredo Fofi.

Silvana Lazzarino

.

TOTO’ GENIO

Napoli – Palazzo Reale,  Museo Civico di Castel Nuovo (Maschio Angioino e Convento di San Domenico Maggiore

dal 13 aprile al 9 luglio 2017

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/le-installazioni-di-matteo-negri-alla-lorenzelli-arte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-03-20/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/tnago-in-mostra-a-villa-torlonia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/linstallazione-30-metri-auto%C2%B7bio%C2%B7grafia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/libro-diventa-opera-darte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-03-13/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/venezia-scarlatta-lotto-savoldo-cariani/

   Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/matteo-negri-in-mostra-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/patrizia-canola-alla-triennale-di-arti-visive-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/l-arte-guarda-alla-disabilita-con-petar-pitocco/

http://www.ildispari24.it/it/alina-kalczynska-il-libro-diventa-opera-darte/

http://www.ildispari24.it/it/lotto-savoldo-cariani-in-mostra-a-palazzo-barberini/

http://www.ildispari24.it/it/controcosmo-i-dipinti-oltre-il-visibile-di-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/la-wfwp-essere-il-cambiamento-oggi/

http://www.ildispari24.it/it/per-fare-la-differenza-lassociazione-con-tatto/

http://www.ildispari24.it/it/gli-scatti-di-carlo-e-maurizio-riccardi/

http://www.ildispari24.it/it/caravaggio-arte-musica-e-scena/

http://www.ildispari24.it/it/gli-scatti-di-carlo-e-maurizio-riccardi/

http://www.ildispari24.it/it/eugenia-serafini-il-segreto-stupore-degli-alberi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-incontro-di-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/a-venezia-alla-galleria-bugno-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/a-napoli-in-mostra-lerotismo-di-helmut-newton/

http://www.ildispari24.it/it/ascolto-e-consapevolezza-con-il-valore-del-femminile/

Michelangelo Antonioni: rassegna alla Casa del Cinema di Roma

LO SGUARDO SULL’UMANITA’ DI MICHELANGELO ANTONIONI

Successivamente al periodo neorealista che con Rossellini, Zavattini, aveva raccontato in chiave diretta la realtà umana e sociale riportando situazioni anche drammatiche nella loro immediatezza così come filmate dalla macchina da presa, il cinema italiano volta pagina. Tra i cineasti più significativi impegnati in questo cambiamento per una lettura moderna del tessuto umano e sociale, Michelangelo Antonioni  (Ferrara 1912- Roma 2007)  nella sua carriera è quello che con maggior incisività si è soffermato sulle emozioni individuali e sui sentimenti tra conflitti esistenziali, fragilità, e smarrimento interiore. Paura di vivere, incapacità di costruirsi un futuro a partire dalla difficoltà nel gestire sentimenti e stati d’animo, insicurezze di fondo, ma anche un forte attaccamento alla vita, scandiscono le vicende dei protagonisti dei suoi film tra amori impossibili, tradimenti, riscoperta di sé, fallimenti professionali, sospesi in un eterno presente che apparentemente tenta di aprirsi al cambiamento.

l'AVVENTURA DI aNTONIONI
l’Avventura di Antonioni

Da “Cronaca di un amore” (1950), “la Signora senza Camelie” (1953) e “Il grido”(1957) all’ ”Avventura” (1960), cui seguono “la Notte”, “l’Eclisse” rispettivamente del 1961 e 1962, fino a “Professione Reporter”, “Identificazione di una donna”, per arrivare a “Al di là delle Nuvole” ed “Eros” rispettivamente del 1995 e 2004, il grande regista fa della macchina da presa uno strumento a servizio delle emozioni alla riscoperta dei lati più intimi e segreti dell’uomo, superando così la pura presa diretta della realtà neorealista per affondare il suo sguardo nei reconditi intrecci dell’animo umano spesso tormentato, incapace di agire nel suo essere indeciso, e alla continua ricerca della propria identità.

A rendere omaggio a MICHELANGELO ANTONIONI, protagonista della cinematografia italiana del Novecento, regista, sceneggiatore, montatore, documentarista, nonché scrittore e pittore, è la Casa del Cinema di Roma che in occasione del decennale della morte ha organizzato una rassegna di suoi film a partire da metà gennaio fino a tutto il mese di febbraio 2017. La rassegna, Paesaggi con figure. Il cinema di Michelangelo Antonioni, attraverso una selezione di suoi film e documentari mette a fuoco il suo sguardo moderno con cui indaga il profondo disagio esistenziale che affiora dall’incapacità di reagire e trovare legami empatici, come nell’“Avventura”, “la Notte” e “L’eclisse” e poi il motivo dell’alienazione dovuto all’incomunicabilità come espresso in “Deserto Rosso” (1964) Leone d’Oro quale miglior film a

lo sguardo di Antonioni film Deserto Rosso
lo sguardo di Antonioni
film Deserto Rosso

Venezia. Da citare anche “Blow Up”(1966), “Zabriskie Point” (1970) e “Professione Reporter” (1975) dove si respira un ‘insofferenza totale per la vita, talora odiata, rifiutata nel disperato tentativo di cambiarla senza successo così da smarrire ogni certezza. Dal fallimento esistenziale all’incapacità di crearsi una vita sentimentale vera e propria il passo è breve poiché con “Identificazione di una donna” (1982) scandaglia la fragilità dei sentimenti nell’impossibilità di costruire relazioni solide. Come ben ha sottolineato Carlo di Carlo, suo collaboratore storico recentemente scomparso: “Michelangelo Antonioni è una figura centrale nella cultura del Novecento, uno dei testimoni più lucidi della nostra epoca per avere saputo individuare e analizzare con le sue opere, attraverso un percorso solitario, originale e spesso trasversale, la “malattia dei sentimenti”, i problemi, le angosce, le paure dell’uomo nella società contemporanea”.

Il grido_-foto-di-Sergio strizzi
Il grido_-foto-di-Sergio strizzi

La programmazione di febbraio si apre con “L’amore in città” alle 15.30 cui segue  “Le amiche” alle ore 18.00 in programma lunedì 6 febbraio. Il giorno 10 febbraio è la volta di “il Grido” alle ore 15.30 un film che ha quale personaggio principale, Aldo un operaio in cerca d un uovo lavoro, il quale, diversamente dai personaggi precedenti, mostra di voler reagire nel tentativo di essere felice. Sempre venerdì 10 febbraio alle 18.00 sarà proiettata la “La notte” in cui è descritta la routine quotidiana di una coppia sposata, piuttosto annoiata. Il 13 febbraio alle ore 15.30 sarà proiettato “Michelangelo Antonioni. Storia di un autore” di Gianfranco Mingozzi: un ritratto del regista Michelangelo Antonioni reso attraverso le testimonianze di coloro che hanno lavorato con lui, cui segue “Il provino” (ep di I Tre Volti) sulla cronaca del provino notturno di Soraya.  Alle 17.00 dopo i due brevi documentari sarà la volta de “l’Avventura” dove sullo sfondo del paesaggio delle isole Eolie si consuma il dolore dei sentimenti che finiscono nel momento in cui stanno per prender forma. Il 27 febbraio sarà la volta de “Il mistero di Obervald” alle ore 15.30 e “Deserto rosso alle ore 18.00 quest’ultimo centrato sulle nevrosi della società contemporanea

Silvana Lazzarino

Paesaggi con figure.

Il cinema di Michelangelo Antonioni

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

fino al 27 febbraio 2017

Per informazioni: tel. 060608 www.casadelcinema.it

L’accesso in sala sarà garantito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/valerio-adami-in-mostra-in-tre-sedi-a-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-in-memoria/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/92389-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ricordare-le-vittime-della-shoah-memorie-dinciampo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-01-09/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/escher-in-mostra-a-milano/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/virginia-vandini-e-il-valore-del-femminile/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/il-maestro-andrea-trisciuzzi-espione-a-roma-sala-da-feltre-open-art/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-30/

http://www.ildispari24.it/it/spettacolo-sulla-memoria-ebraica-teatro-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-27/

http://www.ildispari24.it/it/beatrice-pediconi-alien-2016-performance-sonora/

http://www.ildispari24.it/it/le-civette-nellarte-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-01-23/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-ad-albano-contro-la-violenza-sulle-donne/

http://www.ildispari24.it/it/terre-deuropa-per-non-dimenticare/

http://www.ildispari24.it/it/il-codice-del-volo-di-leonardo/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-oggianu-personale-di-fotografia/

http://www.ildispari24.it/it/arte-in-memoria-a-cura-di-adachiara-zevi/

http://www.ildispari24.it/it/la-galleria-poggiali-presenta-faith-fathom/

http://www.ildispari24.it/it/memorie-dinciampo-ottava-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/sopravvissuti-fotografie-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/escher-in-mostra-a-palazzo-reale/

http://www.ildispari24.it/it/virginia-vandini-e-lassociazione-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/giovanna-sorbelli-ed-eudonna-aprono-il-nuovo-anno/

 

Giosetta Fioroni in mostra a Roma

GIOSETTA FIORONI. ATTRAVERSO L’EVENTO mostra a cura di Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti

Aspetti vicini e lontani, presenti e passati di una società in divenire, in particolare quella degli anni Sessanta – Ottanta del secolo scorso, vengono rielaborati con attenta partecipazione emotiva da Giosetta Fioroni, artista raffinata e originale capace di restituire attraverso immagini intense e avvolgenti, racconti di fatti e pensieri con al centro l’individuo nel suo essere proiettato a guardare al futuro, senza dimenticare il passato.

Giosetta Fioroni, Attraverso l'evento
Giosetta Fioroni, Attraverso l’evento

A Giosetta Fioroni, unica presenza femminile della Scuola di Piazza del Popolo, che nel suo lavoro originale e denso di atmosfere liriche ha sperimentato da oltre cinquant’anni i mezzi espressivi più diversi riferendosi sul piano visivo e rappresentativo al teatro, alla fotografia, al cinema e alla pubblicità, è dedicata un’interessante mostra presso la Galleria Mucciaccia a Roma, aperta fino al 10 gennaio 2017.

Curata da Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti, e realizzata in collaborazione con l’Archivio Goffredo Parise e Giosetta Fioroni, l’esposizione, GIOSETTA FIORONI. ATTRAVERSO L’EVENTO, con oltre 40 opere (dal 1964 ad oggi) ripercorre le trasformazioni ideologiche e sociali che hanno caratterizzato la nostra società a cavallo del scolo scorso.

Giosetta Fioroni sia nell’utilizzo dello smalto di alluminio per i dipinti, sia nella sorprendente lavorazione della ceramica, cattura con tecniche innovative ed uno stile originale il bello e il vero, l’onirico e l’immaginario di una realtà spesso in bilico tra apparenza e verità, dando voce al pensiero che si fa immagine tra visione ed emozione. Nel percorso espositivo il cui titolo “Attraverso l’evento” è tratto da un verso di Andrea Zanzotto del Il galateo in bosco (1978), che bene esemplifica la poetica dello scrittore veneto legata ad arditi accostamenti linguistici, accanto ai lavori degli anni Sessanta in cui si evince l’influenza esercitata dal cinema nella costruzione delle immagini ora in sequenza, ora rese in modo simultaneo, sono quelli degli anni Settanta caratterizzati da forme asciutte e linee essenziali.

Giosetta Fioroni, Attraverso l'evento
Giosetta Fioroni,
Attraverso l’evento

Esplosioni di colori caratterizzano invece i lavori per i teatrini, quelli in ceramica e anche su tela degli anni Ottanta. Così a quattro carte dal titolo Immagini del silenzio, bozzetti per la Biennale di Venezia del 1964 e undici tele realizzate con smalto alluminio e ancora Fascino e Liberty viennese dove le immagini appaiono in sequenza o in combinazioni simultanee, seguono La modella inglese e Faccia pubblicità dove vi sono richiami al mondo della fotografia e della moda. E ancora alcune carte con I paesaggi d’argento dalle linee essenziali, alcune teche con piccoli oggetti, elementi e frammenti e poi la serie di Spiriti Silvani dove respirare un senso di evasione. Per arrivare all’esaltazione del colore con La casa di Nietzche, Congiungimento o Autoritratto nel tempo (1996 – 1998) fino alle opere più recenti quali Marilyn Manson (2009) e Il ramo d’oro, il bosco sacro del 2014.

In questo susseguirsi di rappresentazioni dove segmenti di astrazione percorrono la realtà, non mancano metamorfosi stilistico formali atte a recuperare quei tracciati interiori legati a stati d’animo e sensazioni individuali e collettive scaturite dal confronto e dal rapportarsi con quanto accaduto intorno e nei processi esistenziali.

Giosetta Fioroni attraverso l'evento
Giosetta Fioroni
attraverso l’evento

Come a fermare il tempo che diventa assoluto, l’arte di Giosetta Fioroni, tra istinto, ispirazione e apertura al cambiamento, ridisegna l’esistenza nelle sue trasformazioni tra tradizione e innovazione, memoria e attualità, con cui ripensare ad un possibile futuro dove far convergere stati d’animo, desideri e attese. Un discorso denso di lirismo, tra memoria e presente, guardando alla natura e all’individuo colto nel suo essere istinto e riflessione, verità e mistero, teso ad ascoltare quei luoghi fisici e metafisici di una realtà in costante trasformazione.

Lo smalto d’alluminio usato per i dipinti, e l’accurata e sorprendente lavorazione della ceramica delineano semplicità e complessità nella forma e nella composizione per toccare tra verità e mistero quei percorsi mentali e fisici, visti, sognati e desiderati. Attraverso segni e forme definite, ma anche accennate, colori intensi e opachi, Giosetta Fioroni descrive, con nuova energia, stati d’animo ed emozioni dell’individuo nel rapportarsi agli altri, alle convenzioni dettate dal progresso, ma anche  alla natura, cercando proprio nella stessa quegli attimi di sospensione per recuperare angoli della sua memoria.

Silvana Lazzarino

 

GIOSETTA FIORONI. ATTRAVERSO L’EVENTO

mostra a cura di Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti

Galleria Mucciaccia

largo della Fontanella di Borghese 89, Roma

Orari: lunedì 15.30 – 19.30; dal martedì al sabato 10.00 – 19.00;

domenica chiuso

dal 30 novembre 2016 al 10 gennaio 2017

per informazioni: tel. 06 69923801; segreteria@galleriamucciaccia.it

Ingresso libero

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-10-17/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/vita-ed-emozione-nei-disegni-di-frangi/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giornate-europee-del-patrimonio/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/anghelopoulos-a-meeting-art/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/sara-santostasi-al-premio-musa-dargento/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/pignatelli-torna-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/premio-pianeta-azzurro/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giovanni-kronenberg/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ritmi-doriente-con-koji-yamamoto/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/asta-con-minerva-auctions-dipinti-antichi-e-arte-del-xix-secolo-a-palazzo-odescalchi/

http://www.ildispari24.it/it/insieme-alle-donne-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/a-viterbo-convegno-su-dignita-e-incolumita-della-donna/

http://www.ildispari24.it/it/evento-expo-in-citta-bookcity-2016-da-ischia-larte-1/

http://www.ildispari24.it/it/storie-di-donne-kermesse-in-rosa-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/leonardo-esposta-per-la-prima-volta-in-italia-horse-and-rider/

http://www.ildispari24.it/it/donne-persephone-in-scena-a-roma-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/roma-palazzo-odescalchi-asta-minerva-auctions/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-dal-ponte-e-lumanesimo-tardo-gotico-fiorentino

http://www.ildispari24.it/it/alfredo-pirri-rwd-fwd/

http://www.ildispari24.it/it/carlo-riccardi-artista-e-fotografo/

IL MAESTRO MICALIZZI E LA BIG BUBBLING BAND

Il Maestro Franco Micalizzi & la Big Bubbling Band

Grande successo nella Capitale

Autore di colonne sonore dalle atmosfere intense e d’ampio respiro per film indimenticabili, capace come pochi di infondere spessore attraverso una perfetta combinazione di ritmi e melodie alle emozioni dei personaggi tra rabbia e gelosie, entusiasmo e passione, giustizia e vendetta, il Maestro FRANCO MICALIZZI, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, vede l’apice del successo con l’indimenticabile film “Lo Chiamavano Trinità” del 1970 con Terence Hill e Bud Spencer (quest’ultimo scomparso lo scorso giungo) che segnò l’inizio di una nuova serie di Western all’italiana. Seguono i successi con la colonna sonora per “L’ultima neve di primavera “, del 1974 il cui tema conduttore balza ai primi posti delle hit parade internazionali, e per la serie di film polizieschi, i cui temi verranno ripresi dallo stesso Maestro con la Big Bubbling band formata nel 2005. Si tratta di un’orchestra di 18 elementi con la quale il Maestro esegue le sue numerose colonne sonore e in particolare i temi dei “poliziotteschi” molto richiesti da un pubblico di appassionati (tra i suoi fan più illustri, il regista Quentin Tarantino).

il Maestro Franco Micalizzi e la B§and
il Maestro Franco Micalizzi e la B§and

A Roma lo scorso 10 novembre 2016 all’ Asino che vola, locale di tendenza della Capitale è tornata protagonista la Big Bubbling Band guidata dal Maestro Franco Micalizzi, per dare vita ad un concerto di grande emozione che ha entusiasmato il pubblico, letteralmente catturato da atmosfere forti e intense del genere western e poliziesco. Durante le due ore di concerto la Big Bubbling Band formata da musicisti di altissimo livello ha eseguito brani intramontabili di colonne sonore che hanno contribuito al successo di film altrettanto indimenticabili. Tra questi accanto a STRIDULEM THEME dalla col. son. del film THE VISITOR; RUNNING TO THE AIRPORT dalla col. son. del film IL CINICO, L’INFAME, IL VIOLENTO; CACCIA AL CINESE dalla col. son. del film IL CINICO L’INFAME IL VIOLENTO; sono DETECTING THE BOSS dalla col. son. del film ROMA A MANO ARMATA, MARILYN dal CD CELEBRITIES; FOLK AND VIOLENCE dalla col. son. del film NAPOLI VIOLENTA e TRINITY dalla col. son. del film LO CHIAMAVANO TRINITA’. E poi DOMINA dal CD VELENO; LUPIN III dalla serie di cartoni omonima, JESSICA’S THEME dalla col. son. del film CHI SEI; I WANT IT ALL dal CD SIRENE in uscita, HOSPITAL SEQUENCE dalla col. son. del film THE VISITOR, WINTWER IN BERLIN dalla col. son. del film IL GRANDE ATTACCO; per arrivare a BARGAIN WITH THE DEVIL dalla col. son. del film CHI SEI e HOT SPOTS dalla col. son. del film ROMA A MANO ARMATA.

Eric DANIEL e Flavio IANIRO (Sax alto) Cristiana POLEGRI (Sax Tenore). Massimo FILOSI (Sax baritono); Sergio VITALE, Settimio SAVIOLI, Luca IABONI (Trombe), Enzo DE ROSA, Carmine PAGANO, Walter FANTOZZI (Trombone), Salvo MUFALE (piano); Marco SINISCALCO (Basso El);. Alfredo BOCHICCHI (Chitarra El), Cristiano MICALIZZI(Batteria), questi i componenti della Band che hanno saputo restituire atmosfere energiche e forti riportando alla mente alcune sequenze caratteristiche di film  intensi e avvincenti.

Valentina DUCROS e Luca VELLETRI con le loro magnifiche voci hanno reso ancor più ricca e avvincente la serata all’insegna della grande musica.

Silvana Lazzarino

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/artissima-torino/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-villa-torlonia-di-roma/

http://www.ildispari24.it/it/minerva-auctions-2/

http://www.ildispari24.it/it/lopera-di-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/massedo-in-mostra-a-firenze/

http://www.ildispari24.it/it/giuseppe-antonelli-e-il-suo-italiano-vero/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-apre-il-suo-spazio/

http://www.ildispari24.it/it/matthias-brunner-e-la-sua-installazione-magnificent-obsession/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-20161014/

http://www.ildispari24.it/it/premio-musa-dargento-finale-nazionale/

http://www.ildispari24.it/it/organismi-tradizione-e-innovazione/

http://www.ildispari24.it/it/digital-life-2016/

http://www.ildispari24.it/it/european-photo-exhibition-award-a-viareggio/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-lido-di-ostia-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/verdi-off-con-patrizia-canola/

http://www.ildispari24.it/it/sislej-xhafa/

http://www.ildispari24.it/it/arte-e-storia-nelle-banche-e-nelle-fondazioni-di-origine-bancaria/

 

MARCO TULLIO BARBONI

IL TOUR DEL LIBRO DI MARCO TULLIO BARBONI TORNA A ROMA

“…E lo chiamerai destino” entusiasma sempre più pubblico e critica

Seguendo le orme della sua famiglia, Marco Tullio Barboni, con passione e impegno, si è dedicato al cinema come sceneggiatore e regista. Lo zio Leonida direttore della fotografia ed il padre Enzo cineoperatore, direttore della fotografia e regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher autore di film western, lo hanno stimolato fin da bambino a frequentare i set ricoprendo ruoli di comparsa in “Beh Hur”, “Barabba”, “Un treno per Durango” e “Django”. Capace come pochi di analizzare contesti e tessuto umano e sociale sottolineando le sfumature delle emozioni, egli ha legato gran parte della sua fama a film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e all’indimenticabile filone degli spaghetti western.

Marco Tullio Barboni e il suo libro E lo chiamerai destino
Marco Tullio Barboni
e il suo libro “…E lo chiamerai destino”

Attraverso le righe di una sceneggiatura, o di un testo teatrale Marco Tullio Barboni è giunto sempre più a risultati nuovi e interessanti per raccontare le emozioni di un tempo che si dibatte tra il presente e un passato troppo lontano da cui diventa sempre più difficile recuperare certi valori. L’eterno conflitto tra consapevolezza e inconsapevolezza, aspetti che appartengono al pensiero e all’azione sottesi da una sottile ironia, trovano una nuova collocazione da protagonisti nel suo primo libro “…. E lo chiamerai destino” (Edizioni Kappa) dove di riflesso si parla dell’uomo sospeso tra conscio e inconscio.

Un libro affascinante questa opera prima di Barbini, che in questi mesi dalla prima presentazione romana dello scorso marzo 2016 presso il Teatro “Le salette”, cui sono seguite altre tappe non solo nel Lazio, ma anche in Campania e in Toscana, ha ottenuto un grande successo di pubblico e di critica. Il prossimo appuntamento del tour è per l’11 novembre 2016 nuovamente nella Capitale presso la LIBRERIA MONDADORI di Via Piave, 18. L’iniziativa organizzata come per le le altre tappe, dall’Associazione culturale Occhio dell’Arte presieduta da Lisa Bernardini, vedrà a fianco dell’autore Marco Tullio Barboni il giornalista e critico letterario Andrea Menaglia che illustrerà l’opera e il percorso legato alla scrittura cinematografica dell’autore lasciando poi ampio spazio allo stesso Barboni per raccontare la genesi dell’opera e come abbia gestito questa nuova forma di scrittura fondata sul dialogo tra i due protagonisti della storia.

La narrazione del libro di Barboni, fondata sulla struttura del dialogo, mette a confronto “Conscio Vs Inconscio” in un affascinate e insolito dibattito o dissertazione come se a parlare fossero due personaggi dello spettacolo, quello della vita, di cui essi sono protagonisti ciascuno con punti di vista diversi nel bene e nel male.e-lo-chiamerai-destino

Questo faccia a faccia tra due entità, due stati del pensiero conscio e inconscio descritti nel libro, avvincerà e sorprenderà i lettori attraverso un dialogo che vede una di fronte all’altra due entità- il conscio e l’inconscio- costrette prima o poi a scegliere riguardo il destino. Un dialogo acceso e avvolgente dove si nascondono verità mai dette, o dove si annidano paure, incertezze, rimorsi, prima di dover lasciare che uno dei due prenda il sopravvento, perché alla fine di ogni dubbio o incertezza tra due strade bisogna scegliere quale percorrere. A chi la responsabilità di decidere? Resta sempre molto ardua questa decisione quando di mezzo ci sono i sentimenti, le emozioni: il destino pone innanzi ad una scelta che comporta dibattimento, sofferenza proprio come dimostrano questi due protagonisti insoliti e avvincenti. Restare nell’incertezza non porta da nessuna parte frenando ogni azione. Scegliere è un po’ come mettersi in gioco affrontando le insicurezze, le paure, ma alla fine un passo in avanti è forse necessario per un possibile traguardo.

“Oscar e Felix danno voce al Conscio e all’Inconscio di Geroge Martini in un botta e risposta serrato e senza esclusioni di colpi” spiega Maro Tullio Barboni che prosegue: “Ne deriva il racconto di una vita, metafora di milioni di altre vite, anche della nostra”.

E’ necessario scegliere nella vita: prima o poi ci si troverà di fronte a dover decidere se parlare o tacere su un fatto, se amare o odiare qualcuno, e ancora se combattere o fuggire innanzi ad una prova o sfida che intralcia il cammino.

A dare valore aggiunto alla storia dialogata di Marco Tullio Barboni, accanto all’interpretazione degli attori Giorgio Romanelli e Roberto Andreucci che reciteranno alcuni brani del libro, sono i due contributi di pensiero sotto forma di video del Prof. Domenico Mazzullo e della breve clip video di Bud Spencer, ultima apparizione pubblica dell’indimenticabile attore scomparso lo scorso 27 giugno e da sempre amico della famiglia Barboni. Scritto in forma dialogata, “…e lo chiamerai destino”, sta continuando a far parlare di se’ per sapienza di contenuti e padronanza nello stile e nella tecnica.

Silvana Lazzarino

 

……E LO CHIAMERAI DESTINO (Edizioni Kappa)

di Marco Tullio Barboni

Presentazione a cura di Andrea Menaglia giornalista e critico letterario

Organizzazione Associazione Culturale “L’Occhio dell’Arte”

Libreria Mondadori , Via Piave 18, Roma

Venerdì 11 novembre 2016 ore 17.30

Ingresso libero

Ulteriori informazioni: http://marcotulliobarboni.com – http://www.elochiameraidestino.com

L’opera letteraria può essere acquistata anche nel circuito Amazon.it e  IBS.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-10-17/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/vita-ed-emozione-nei-disegni-di-frangi/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giornate-europee-del-patrimonio/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/anghelopoulos-a-meeting-art/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/sara-santostasi-al-premio-musa-dargento/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/pignatelli-torna-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/premio-pianeta-azzurro/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giovanni-kronenberg/

  

     Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/artissima-torino/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-villa-torlonia-di-roma/

http://www.ildispari24.it/it/minerva-auctions-2/

http://www.ildispari24.it/it/lopera-di-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/massedo-in-mostra-a-firenze/

http://www.ildispari24.it/it/giuseppe-antonelli-e-il-suo-italiano-vero/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-apre-il-suo-spazio/

http://www.ildispari24.it/it/matthias-brunner-e-la-sua-installazione-magnificent-obsession/

 

 

 

 

TEATRO VILLA TORLONIA DI ROMA

IL PARCO IN SCENA: LA STAGIONE AUTUNNALE CON GLI SPETTACOLI AL TEATRO VILLA TORLONIA

La corporeità manifestata attraverso il gesto e la voce che nel teatro trova la sua massima espressione per raccontare la vita e le sue molteplici sfaccettature, l’energia della musica da quella classica alla lirica, fino al jazz, la forza comunicativa del cinema che tra visione ed emozione recupera verità forti, appartenetti alla storia e al presente, sono protagoniste degli appuntamenti al TEATRO DI VILLA TORLONIA che prosegue nel mese di novembre la sua programmazione sempre più interessante e ricca di scelte tra spettacoli, musica e incontri.

Una giornata particolare
Una giornata particolare

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Dipartimento Attività Culturali e Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura, la stagione teatrale presenta come primo appuntamento del mese di novembre il Concerto d’inaugurazione 15 Concorso lirico internazionale “Ottavio Ziino” ideato da Wally Santarcangelo, in programma dal 2 al 6 novembre cui prendono parte oltre 100 talenti provenienti da tutto il mondo. Tra i protagonisti del concerto inaugurale accanto alla soprano spagnolo Sandra Pastrana sono i pianisti Davide Dellisanti e Marcos Madrigal.

Ettore Scola film
Ettore Scola film

E’ poi la volta del cinema con i suoi protagonisti che vede due appuntamenti gratuiti con la rassegna Storie e stelle del Cinema Italiano: una narrazione di personaggi, protagonisti, luoghi e mestieri del nostro cinema e mondo dello spettacolo, attraverso incontri con i protagonisti e gli autori di documentari e docufilm che ne ripercorrono la storia a cura di Direzione Generale Cinema-MIBACT.  Il 9 novembre, ad un anno esatto da una delle ultime apparizioni pubbliche avvenuta proprio al Teatro di Villa  Torlonia, è in programma un incontro per un omaggio ad Ettore Scola regista e protagonista indiscusso della storia del nostro cinema, ricordato dalle figlie Paola e Silvia e dall’amico fraterno Felice Laudadio. Durante “l’incontro con Paola e Silvia Scola e Felice Laudadio. Omaggio a Ettore Scola” verrà presentato il documentarioRidendo e scherzando” di Paola e Silvia Scola: un ritratto biografico, artistico e umano del grande cineasta realizzato attraverso materiale di repertorio, clip dei suoi film, vecchi super 8, backstage, fotografie rubate dagli album di famiglia, disegni, vignette e un’intervista condotta da Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. gintare-macijauskaite

In occasione dei 78 anni dall’entrata in vigore delle leggi raziali il 17 novembre sempre ad ingresso libero, è l’incontro e la proiezione in prima assoluta del docufilm “Una giornata particolare” di Claudio Della Seta a cura di UCEI-Unione delle Comunità Ebraiche in Italia. Viene tracciato un viaggio nel tempo attraverso la memoria di una nonna che tramanda quanto accaduto ad una nipote. Attraverso le vicende di quattro persone riprese quel giorno, nella narrazione dei bambini di allora, tornati sullo stesso luogo delle riprese 84 anni dopo, viene  ripercorso il destino di ebrei italiani. Ad affiancare l’autore presente alle proiezioni, saranno per quella delle ore 18.00 anche il giornalista Roberto Olla e la storica Anna Foa.ugo-gregoretti

Sempre nell’ambito della Rassegna “Storie e stelle del Cinema italiano” si segnala ad ingresso gratuito l’Incontro con Ugo Gregoretti. Con la partecipazione del regista e di Gianfranco Pannone in programma il 23 novembre alle ore 17.00. Il cortometraggio “Con Ugo”, diretto da Gianfranco Pannone riproposto per l’occasione intende mettere in luce con originalità un protagonista del cinema, della televisione e della cultura che ha sempre suscitato grande interesse per quel suo sguardo ironico e disincantato con cui restituisce gli aspetti della vita. A chiudere la serata la proiezione dell’ultimo film del regista: “Maggio musicale” del 1989 in cui attraverso ricordi, aspirazioni e speranze il regista racconta di se stesso attraverso il protagonista.

Alla musica sono dedicati diversi appuntamenti: tra questi: Autunno in musica (il 20 novembre alle 11) che ripropone il trio formato da Mirella Vinciguerra, Giovanni Lorenzo Marquez e Angela Maria Santissi provenienti da formazioni musicali differenti con un repertorio che spazia da F.J.Haydn a L.V. Beethoven a D.Shostakovich; e poi sempre il 20 novembre (alle ore 18) lo spettacolo Anima tzigana. Concerto per violino e pianoforte che spazia dal classico al jazz al folklore con protagonisti Adalberto Muzzi al violino e Anna Maria De Martino al pianoforte che eseguiranno tra gli altri brani di F.J.Haydn, G.Gershwin e A. Piazzolla. Da sottolineare anche il concerto AURORA BOREALIS (ingresso gratuito) in programma il 30 novembre alle ore 20

donne-persephone_-voci-di-donne-contro-la-violenza-sulle-donne
Donne perse(phone) Voci di donne contro-la violenza sulle donne

nell’ambito dell’’8° Festival Internazionale di Musica “Le strade d’Europa” Lituania-Italia. Si tratta di un concerto congiunto di artisti di tre Paesi Baltici in cui si esibiscono il Trio Fantastico

dall’Estonia (Mari-Liis Urb violino, Kristian Plink violoncello, Joonatan Jürgenson pianoforte) e il Duo Talerko-Macijauskaite di musica vocale da camera dalla Lettonia e Lituania. Musiche di: F. Poulenc, G. Enescu, J. Sibelius e J. Rääts, J.Indra e J. Mediņš.

In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne il 25 novembre è di scena alle ore 19.30 lo spettacolo Donne perse(phone). Voci di donne contro la violenza sulle donne: un dramma moderno diretto da Paola Sarcina e testo teatrale di Annalisa Venditti, ispirato dalle cronache dei nostri giorni che si ricollega al mito classico della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone.

Silvana Lazzarino

 

 

TEATRO DI VILLA TORLONIA

IL PARCO IN SCENA

Via Lazzaro Spallanzani 1 a- Roma

dal 2 al 30 novembre 2016

Ingresso libero per gli incontri segnalati (Storie e stelle del cinema italiano, incontro/proiezione Una giornata particolare” e Concerto “Aurora Borealis”).

Per informazioni: tel 060608; www.teatrodivillatorlonia.it

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-apre-il-suo-spazio/

http://www.ildispari24.it/it/matthias-brunner-e-la-sua-installazione-magnificent-obsession/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-20161014/

http://www.ildispari24.it/it/premio-musa-dargento-finale-nazionale/

http://www.ildispari24.it/it/organismi-tradizione-e-innovazione/

http://www.ildispari24.it/it/digital-life-2016/

http://www.ildispari24.it/it/european-photo-exhibition-award-a-viareggio/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-lido-di-ostia-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/verdi-off-con-patrizia-canola/

http://www.ildispari24.it/it/sislej-xhafa/

http://www.ildispari24.it/it/arte-e-storia-nelle-banche-e-nelle-fondazioni-di-origine-bancaria/

http://www.ildispari24.it/it/il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio/

http://www.ildispari24.it/it/gate-44-nel-cuore-di-milano/

http://www.ildispari24.it/it/luca-pignatelli-torna-a-pietrasanta/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-09-12/

http://www.ildispari24.it/it/serata-photofestival/

http://www.ildispari24.it/it/frangi-disegni-tra-bellezza-e-storia/

http://www.ildispari24.it/it/sara-santostasi/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/premio-pianeta-azzurro-xv-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-kronenberg/

http://www.ildispari24.it/it/ritmi-doriente-con-koji-yamamoto/

http://www.ildispari24.it/it/daniela-prata-e-andrea-gottardi

http://www.ildispari24.it/it/serata-photofestival/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-08-22/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-08-15/

http://www.ildispari24.it/it/la-venere-tatuata-di-fabio-viale/

http://www.ildispari24.it/it/larte-irregolare/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-frangi/