Arte e Letteratura nella Rassegna Internazionale con Michelangelo Angrisani

ACCADEMIA ARTE E CULTURA DI MICHELANGELO ANGRISANI A CAVA DE’ TIRRENI

E LA RASSEGNA INTERNAZIONALE ARTE E LETTERATURA

Grande successo lo scorso 15 ottobre a Cava de’ Tirreni all’inaugurazione della Rassegna Internazionale Arte e Letteratura Contemporanea “L’EMOZIONE NEL SEGNO, NEL COLORE, NELLA PAROLA”, alla sua sesta edizione, organizzata da Michelangelo Angrisani presidente dell’Accademia Arte e Cultura, svoltasi presso il prestigioso complesso museale di Santa Maria del Rifugio e in piazza S. Francesco. La manifestazione, tra i più interessanti appuntamenti con la cultura,  patrocinata dal Comune di Cava de’ Tirreni e di Castel San Giorgio,, dall’Arcidiocesi AmalfiCava de’ Tirreni, dall’A.A.S.T. Cava de’ Tirreni, e dall’Accademia Int. Greci Marino, presenta. sulla base di un concorso a tema libero, una mostra in cui protagoniste sono opere di ampio respiro di artisti e poeti italiani e stranieri che si sono confrontati con un tema che abbraccia il sentimento della vita, “l’emozione” motivo conduttore della Rassegna. Sono

Dott.ssa Occidente Lupo S E Arciv Soricelli Angrisani
Dott.ssa A Gigantino Dott.ssa Rita Occidente Lupo  M Angrisani e S E Arcivesc Soricelli

intervenuti l’Arcivescovo della diocesi di Cava e Amalfi S. E Orazio Soricelli, il Sindaco di Cava Vincenzo Servalli e il Sindaco di Castel S. Giorgio l’Avv. Paola Lanzara, l’Assessore alle politiche sociali di Castel S Giorgio la Dott.ssa Antonia Alfano, il Prof Fabio Dainotti scrittore e critico letterario, la direttrice del quotidiano “Dentrosalerno” la Prof. ssa Rita Occidente Lupo, la dott.ssa Silvana Lazzarino giornalista e poetessa da Roma, la Dott.ssa Antonella Maria Ilaria Cicale medico specialista per la prevenzione ed il Maestro Michelangelo Angrisani.

Ad introdurre il discorso iniziale del Presidente Michelangelo Angrisani è stata la Dottoressa Alessandra Gigantino, per la Start up internazionale dell’Accademia, che ha coordinato la serata moderando i diversi interventi a partire da quello del Sindaco di Cava de Tirreni Vincenzo Servalli a quello del Sindaco di Castel S Giorgio l’Avv. Paola Lanzara, da quello dell’Arcivescovo di Amalfi e Cava Sua Eccellenza Orazio Soricelli a quello dell’Assessore alle politiche sociali di Castel S Giorgio la Dott.ssa Antonia Alfano che hanno tenuto a sottolineare oltre alla stima per Angrisani e la sua attività, il loro interesse per eventi come questo, per creare nuove aperture e occasioni di confronto e rilanciare la cultura. Parole di stima e ammirazione per il Maestro Angrisani e le attività dell’Accademia sono state pronunciate dalla Prof.ssa Rita Occidente Lupo direttore del quotidiano “DentroSalerno” che ha tenuto a ribadire, sulla scorta di quanto affermato dal Sindaco di Castel S Giorgio Paola Lanzara, l’importanza di mantenere sempre viva la collaborazione e scambio tra i Comuni di Cava e Castel S Giorgio. Se agli autori (poeti) ha dedicato parole di stima lo scrittore e critico letterario Fabio Dainotti, per gli artisti ha esteso frasi di ammirazione il Maestro

Angrisani soddisfatto nel notare come le opere esposte racchiudano attraverso stili e forme diverse la forza delle emozioni. Ed è l’emozione, il motivo conduttore che lega ciascun’opera sia essa dipinto, scultura o fotografia, sia essa composizione lirica. In entrambi i casi entrano in gioco le abilità con cui gli artisti ed i poeti attraverso canali diversi di comunicazione hanno saputo raccontare una parte di se’ lasciando poi a chi osserva e legge il compito di trovare in quell’opera punti di incontro o divergenze. Sia gli artisti visivi, sia i poeti con liriche in versi liberi e in rima, hanno dato spazio a storie lontane e vicine, passate e presenti dove affiorano nostalgie, speranze, malinconie e attese e dove si ritrova l’entusiasmo e la gioia di vivere, ma anche la paura e lo smarrimento per tanta incertezza. Così accanto a versi che raccontano questioni sociali e politiche sono quelli che parlano d’amore: ora felice e rasserenato, ora ferito e deluso, e ancora appassionato e perduto.

Sull’emozione che accompagna i lavori degli artisti e dei poeti si è soffermata la dott.ssa Silvana Lazzarino affermando come tra la poesia e l’arte non ci sia separazione, ma tra esse si possano trovare dei legami molto forti a creare interazioni visive ed emotive. A riguardo ha portato alcuni esempi propri della storia dell’arte dove si riscontra questo legame, Uno per tutti è quello dell’opera “Apollo e Dafne” di Gian Lorenzo Bernini tra i massimi esponenti del Barocco, che per il gruppo scultoreo si è ispirato agli esametri delle “Metamorfosi” di Ovidio dove è raccontata la storia del mito che vede Apollo innamorato di Dafne e la fanciulla rifiutare il suo amore a causa del dardo di piombo che la colpisce scatenando in lei

Dott.ssa Rita Occidente Lupo M Angrisani e S E Arcivesc Soricelli

l’odio per poi essere trasformata in alloro. La Dott.ssa Antonella Maria Ilaria Cicale poetessa, scrittrice e medico specialista in prevenzione di malattie  tumorali e nutrizionista, ha raccontato il suo modo di percepire l’arte e la poesia e quanto queste espressioni dell’anima possano portare armonia e aiutare a riscoprire stati d’animo silenti o lasciati nell’ombra per troppo tempo. La dottoressa Antonella Cicale dopo aver fatto riferimento a come Angrisani proprio nella pittura restituisca anche i volti invisibili dell’uomo ha concluso il suo intervento con un’affermazione di Paul Klee: “L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”. A chiudere la presentazione di questa suggestiva e avvolgente rassegna, dove sono state molto apprezzate in apertura le esibizioni del gruppo “I Cavalieri del Giglio d’oro” di Vincenzo Ruggiero con dimostrazioni di combattimenti con spade e in costumi d’epoca, è stato Michelangelo Angrisani che ha ringraziato i presenti compresi artisti e poeti protagonisti della mostra. Inoltre ha tenuto a sottolineare come l’obiettivo della rassegna sia quello di far convivere le diverse espressioni artistiche pittura, scultura, fotografia e poesia creando un dialogo tra le stesse per portare nuove sinergie dove restituire la bellezza della rappresentazione visiva ed emotiva. Alla manifestazione di Cava de’ Tirreni hanno collaborato l’Istituto alberghiero Istituto Matteo della Corte Vanvitelli indirizzo turistico.

Accademia  Arte e Cultura
Cavalieri del Giglio d’oro

Di seguito gli artisti che espongono per le Arti Visive: Liberato Amato, Michelangelo Angrisani,  Gaetano Cerino, Rafaeflla Cerino, Carolos Queiros, Antonietta Ciancone, Luucia D’Aleo, Giusi De Giovanni, Eugenia Di Leva, Giuseppe Di Mauro, Fiorello Doglia, Donato D’Angelo, Rosanna Ferraiuolo, Anna Ferry Ferrentino, Francesco Festa, Adriana Ferri, Felice La Sala, Paolo Lizzi, Giuseppe Panella, Gennaro Pascale, Raffaele Picarella, Pilar Segura Badia, Maria Raffaele, Noemi Ricciardelli, Rosa Ricciardelli, Liliana Scocco Cillia, Francesca Vitagliano, Wolf, Dina Zilberberg. Per la Poesia: Luigi Abbro, Antonio Arpaia, Carmine Avagliano, Filomena Baratta, Vincenzo Caccamo, Giuseppina Califano, Raffaela Cerino, Gaetano Cerino, Anna Cervellera, Antonella M. Ilaria Cicale, Ettore Cicoira, Sofia Colaiacovo, Marco Gilardi, Assunta Gneo, Emanuela Ingenito, Contrut O’ Ion, Silvana Lazzarino, Alessandro Lolletti, Olga Matera, Annabella Mele, Rosaria Minosa, Pasqualina Petrarca, Nicolae Adrian Popescu, Giuseppe Romano, Stefania Siani, Maria Stimpfl, Francesco Terrone, Angela Maria Tiberi, Giancarlo Trapanese, Sergio Zappia.

L’EMOZIONE NEL SEGNO, NEL COLORE, NELLA PAROLA

Rassegna Internazionale di Arte e Letteratura Contemporanea

Cava de’ Tirreni Salerno, Complesso museale Santa Maria del Rifugio

Orari mostra. lunedì–venerdì dalle ore 17,00 alle ore 21,00,

giorni festivi dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle ore 17,00 alle 21,00

dal 15 al 31 Ottobre 2017

Ingresso libero

 

Freedom Manifesto per raccontare l’immigrazione

LIBERTA ’: UMANITA’ IN MOVIMENTO CON LA MOSTRA “FREEDOM MANIFESTO” A ROMA CENTRALE MONTEMARTINI

Sempre più in questi ultimi anni si assiste ad una trasformazione umana e sociale che investe in particolare quanti fuggono da guerre, povertà e dalle sopraffazioni in cerca di una libertà quale diritto di tutti per non rinunciare alla propria dignità. La fuga per molte persone rappresenta spesso l’unica soluzione anche dolorosa per riconquistare quella dignità che non sempre è detto sia altrove. Di libertà, di recupero della propria dignità quale diritto necessario per una convivenza n armonia con gli altri, racconta la mostra collettiva “FREEDOM MANIFESTO. Humanity on the move / Umanità in movimento che inaugura il 27 settembre a Roma presso il Museo Centrale Montemartini il cui intento è quello di risvegliare le coscienze e sollecitare nuove percezioni su un tema di grande attualità quale l’immigrazione.

mostra Freedom Manifesto a Roma Centrale Montemartini
mostra Freedom Manifesto a Roma Centrale Montemartini

Spesso infatti chi lascia il proprio paese lo fa per motivi legati a ingiustizie e abuso di potere tra dittature, guerre e violenze, nella speranza di ritrovare una nuova possibilità in cui esprimere se stessi in piena libertà.

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la mostra si avvale oltre che del patrocinio di RAI, AGI (Alliance Graphique Internationale) e AIAP (Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva), anche di quello della Comunità di Sant’Egidio, movimento laicale internazionale fondato a Roma nel 1968 impegnato nell’accoglienza e nell’integrazione di immigrati e rifugiati.

Gli autori coinvolti in questo progetto espositivo tra artisti e visual designer italiani e stranieri di fama internazionale anche molto giovani sono stati chiamati a realizzare dal Centro di ricerca interdisciplinare sul paesaggio contemporaneo, lavori che rappresentassero in modo efficace il fenomeno della immigrazione. Quanti hanno preso parte al progetto – tra cui citiamo Valentina Agriesti, Stefani Asili, Marilene Buczek, Elio Carmi, Ginette Caron, Fang Chen, e ancora Alain Le Quernec, Armando Milani, Ricardo Salas Moreno, Antonio Pace, Mario Piazza e Henz Waibl- hanno intravisto nel poster la forma più efficace e diretta per raccontare questa tematica legata al diritto di libertà per quanti, lontani dalla propria patria cercano accoglienza per un’integrazione all’interno del tessuto sociale di cui andranno a far parte. Attraverso scritte ed immagini gli artisti hanno dato voce al proprio messaggio a sostegno di questo diritto che restituisca pari dignità anche a chi approda nel nostro Paese per trovare una vita migliore lontano da guerre, violenze e e abusi.

La forma del manifesto quale mezzo di comunicazione di massa esplosa nella seconda metà del XIX secolo rappresenta ancora una forma di grande impatto visivo per inviare a chi guarda messaggi nel modo più efficace possibile.

Fulvio Caldarelli, Armando Milani e Maurizio Rossi, curatori della mostra, hanno voluto che ciascun artista portasse un messaggio personale sul tema dell’immigrazione al fine di “reclamare” e “pubblicizzare” punti di vista che in questo momento nella società contemporanea  non trovano lo spazio dovuto. L’esposizione, aperta fino al 31 dicembre, che rientra nel calendario degli eventi dell’edizione romana 2017 di “AIAP Design per”,  presenta un mini-catalogo, pubblicato nel classico formato dei manifesti per affissione (70 x 100 cm), con il contributo critico del sociologo Alberto Abruzzese che scrive: “Il manifesto storico – con tutte le sue appendici tardo-moderne e post-moderne – è stato lo strumento di persuasione o dissuasione di soggetti sociali individuati nel loro ruolo politico e professionale. Ora dovrebbe aprirsi la fase di una comunicazione attenta alla vocazione delle persone, al senso rimosso della vita vissuta piuttosto che alla professione alla quale essa stessa ci costringe”.

Silvana Lazzarino

 

 GLI AUTORI IN MOSTRA

VALENTINA AGRIESTI/ STEFANO ASILI / RUEDI BAUR / ERIN BAZOS / FÉLIX BELTRÁN / MAURO BUBBICO / MARLENE BUCZEK / ANGELO BUONUMORI / FULVIO CALDARELLI / ELIO CARMI / GINETTE CARON / FANG CHEN / ALESSIO COSMA / ROBERTO DEL BALZO / FRANCESCO DONDINA / ERIKA GIUSTI / MILTON GLASER / PUYA HABIBZADEHKAVKANI / GIANNI LATINO / GLI IMPRESARI / ITALO LUPI / ALAIN LE QUERNEC / GIOVANNI LUSSU / ARMANDO MILANI / MAURIZIO MILANI / GERMAN MONTALVO / RICARDO SALAS MORENO / ANTONIO PACE / MARIO PIAZZA / ANTONIO ROMANO / MICHELE REGINALDI / MICHELE SANTELLA / FILIPPO SASSOLI / ASTRID STAVRO / STUDIO ORIGONI STEINER / PARISA TASHAKORI / PAOLO TASSINARI / LUIGI VERNIERI / MARIO FOIS (VERTIGO DESIGN) / HEINZ WAIBL / ZUP DESIGN

FREEDOM MANIFESTO

Humanity on the move | Umanità in movimento

A cura di cura di Fulvio Caldarelli, Armando Milani e Maurizio Rossi

Centrale Montemartini Roma

Orario: martedì-domenica 9.00-19.00 (24 e 31 dicembre 9.00-14.00)

Inaugurazione mercoledì 27 settembre 2017 ore 16.00

Dal 28 settembre al 31 dicembre 2017

Informazioni Tel. 060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00

info.centralemontemartini@comune.roma.it

Ufficio Stampa: Centro interdisciplinare di ricerca sul paesaggio contemporaneo

centroricerca@blueforma.it, telefono 39 6 58303065 Official webiste: freedom-manifesto.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana  Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

http://www.ildispari24.it/it/il-meraviglioso-mondo-di-wal-a-villa-torlonia/

http://www.ildispari24.it/it/antufiev-e-la-mostra-eternal-garden-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/alla-galleria-tricromia-la-mostra-owerty-di-uno/

http://www.ildispari24.it/it/premio-internazionale-magna-grecia-latina-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-dramma-e-raffinatezza-alla-mostra-di-bomarzo/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2017-05-29-redazione-culturale/

http://www.ildispari24.it/it/arturo-martini-e-fausto-pirandello-alla-galleria-darte-moderna/