Stelle cadenti illumineranno le notti da qui a Natale, saranno di due sciami

0
YOUR ARTICLE TOP AD

Due sciami di stelle cadenti illumineranno le notti da qui a Natale. Il primo e più spettacolare sarà quello delle Geminidi, così chiamate perché il radiante (la zona di cielo dal quale sembrano avere origine) è situato nei pressi della costellazione dei Gemelli.

Come luminosità e frequenza fanno ‘concorrenza’ alle Perseidi, le famose “lacrime di San Lorenzo” di agosto. Il picco delle Geminidi è previsto tra il 10 e il 15 dicembre. In particolare, si apprende da repubblica.it, nella seconda parte della notte tra il 13 e il 14 (nuvole permettendo) lo spettacolo dovrebbe essere assicurato, anche grazie all’assenza della Luna già tramontata.

YOUR ARTICLE INLINE AD

Per osservarle bisognerà voltare lo sguardo verso Est e individuare (subito a sinistra di Orione) le due stelle più luminose dei Gemelli: Castore e Polluce. Le Ursidi sono invece uno sciame dovuto all’attraversamento dei detriti lasciati probabilmente dalla cometa 1790 II Tuttle.

La loro osservazione (il periodo va dal 16 al 28 dicembre) sarà però disturbata da una Luna molto luminosa, soprattutto durante il picco di frequenza, che dovrebbe verificarsi il 22 dicembre. Saranno comunque meglio osservabili nella seconda parte della notte alzando gli occhi al cielo in direzione dell’Orsa minore (o Piccolo carro), la costellazione che ospita la Stella polare.