serie-Van-Gogh-di-Cucci-1-immag-225x170

Logo: artisti a confronto

Artisti a confronto

LOGO: BENINATI, CUCCHI E LABORATORIO SACCARDI ARTISTI A CONFRONTO DAL LABORATORIO ALLA MOSTRA

 

La Galleria Poggiali Forconi di Firenze seguendo criteri di scelta e selezione di opere di artisti contemporanei di fama internazionale sia italiani sia stranieri che mettano in luce nuovi spunti per ripensare al rapporto tra opera d’arte e vita guardando in particolare al sentimento dell’uomo innanzi ai processi

Serie Van Gogh di Cucchi
Serie Van Gogh di Cucchi

esistenziali, ha pensato al progetto LOGO a partire da una fase dedicata al laboratorio temporaneo. Dal 5 all’8 dicembre 2015 MANFREDI BENINATI, ENZO CUCCHI e LABORATORIO SACCARDI (duo formato da Marco Leone Barone e Vincenzo Profeta) daranno inizio ad un laboratorio in cui riscoprire l’importanza dello scambio di idee dove è chiamato anche il pubblico quale parte attiva a questo confronto.

Artisti a confronto
la nostra Terra è degenerata

Si tratta di uno scambio intellettuale sulla pittura e sul suo approccio quale espressione del pensiero esistenziale di oggi. I tre artisti italiani differenti per generazione e ricerca artistica: Manfredi Beninati (Palermo, 1970), Enzo Cucchi (Morra d’Alba, 1949) e Laboratorio Saccardi- Marco Leone Barone (Palermo 1978) e Vincenzo Profeta (Palermo, 1977)- si interrogano sul significato dell’esistenza in cui si trovano tracce del passato e desiderio di cambiamento con al centro l’uomo con le sue paure, le sue angosce e il desiderio di guardare oltre. Beninati, Cucchi e Laboratorio Saccardi sono invitati a mettersi in gioco tra loro in un’innovativa formula di sfida-confronto sulla pratica della pittura e sulle ragioni dell’esperienza dell’arte nella società contemporanea. Le opere saranno realizzate nei giorni 5, 6, 7 e 8 dicembre: durante questi tre giorni Beninati, Cucchi e Laboratorio Saccardi lavoreranno a stretto contatto negli spazi della Galleria Poggiali Forconi a Firenze, che sarà aperta al pubblico il quale avrà l’opportunità di partecipare al laboratorio interagendo se vorrà, anche con gli stessi artisti durante la lavorazione delle loro stesse opere. Le tre opere realizzate durante il laboratorio dagli artisti faranno parte della mostra a loro dedicata che inaugurerà il 19 dicembre e che guarda ad uno scambio intellettuale sulla pittura tra tre i artisti. Il pubblico interessato poi tramite una scheda disponibile per tutta la durata della mostra potrà valutare e scegliere una tra le tre opere realizzate i giorni precedenti l’inaugurazione. Oltre alle tre opere realizzate con il progetto la mostra dedicata a Manfredi Beninati, Enzo Cucchi e Laboratorio Saccardi presenta trenta opere su tela realizzate appositamente dai tre artisti e allestite negli spazi della Galleria di Via della Scala e la project room di Via Benedetta. Accanto alla serie dei Van Gogh di Enzo Cucchi nella project room sono i lavori di Manfredi Beninati realizzati nell’ultimo anno. Senso del grottesco e sperimentazione si ritrovano nell’opera del Laboratorio Saccardi già in

Senza titolo di Beninati
Senza titolo di Beninati

precedenza confrontatosi con Cucchi in occasione della doppia personale con il maestro marchigiano alla GAM di Palermo nel 2014.

Beninati realizza per questo percorso diversi oli su tela dove invita lo spettatore a guardare gli spazi a lui vicini e lontani ad osservare ogni singolo aspetto della realtà quotidiana e a cogliere gli orizzonti di una natura in trasformazione. La realtà è descritta attraverso immagini rarefatte quasi impalpabili dove le figure sembrano appartenere ad una dimensione onirica.

A descrivere volti della Terra devastati dall’incuria e dall’inquinamento sono le opere del Laboratorio SaccardI: “Oggi la nostra terra è degenerata, ci sono segni che sta rapidamente avvicinandosi alla sua fine…” e “Il pittore di asteroidi” permettono di afferrare il malessere che sta devastando il pianeta sempre più spento e grigio, sempre più caotico in cui a fatica si aprono bagliori di speranza verso una possibile salvezza.

Silvana Lazzarino

PAINTING SESSION

aperta al pubblico e realizzazione dal vivo delle opere negli spazi della Galleria. 5/8 dicembre 2015

Segui lo streaming su http://marcodeserto.tumblr.com

LOGO. Manfredi Beninati, Enzo Cucchi e Laboratorio Saccardi

dal 19 dicembre 2015 al 20 marzo 2016

Galleria Poggiali e Forconi

Via della Scala, 35/A

Project room, Via Benedetta 3r- Firenze

Ingresso libero

Per informazioni tel 055 287748 | www.poggialieforconi.it | info@poggialiefroconi.it

 

GLI ARTISTI NOTIZIE BIOGRAFICHE

MANFREDI BENINATI

Manfredi Beninati nasce a Palermo nel 1970. Vive e lavora a Palermo. Dopo aver abbandonato gli studi di legge e poi di cinema, e dopo aver collaborato con noti registi italiani, intraprende la sua attività artistica dedicandosi dapprima al disegno. Dal 2002 si dedica alla scultura e a una di pittura figurativa che attinge direttamente ai ricordi d’infanzia, reali o spesso immaginari. Grazie alla pennellata fluida, gioca con sfumature e velature di colore per ricreare un’atmosfera rarefatta, alle volte irreale, descrivendo figure che sembrano emergere lentamente da uno sfondo spesso onirico senza un ordine apparente. Alla produzione pittorica è intrinsecamente legata anche la realizzazione di installazioni che appaiono come set disabitati, spazi spesso inaccessibili che si mostrano allo spettatore tramite fessure o vetri oscurati (Biennale di Venezia 2005, XV Quadriennale di Roma 2008), sollecitando una sorta di voyeurismo che viola la dimensione privata e l’indefinitezza del ricordo. Nel 2006 ha ricevuto il Rome Prize dall’American Academy di Roma.

ENZO CUCCHI

Enzo Cucchi, nasce a Morro d’Alba (Ancona) nel 1949, si forma da autodidatta dedicandosi alla pittura e alla poesia. Dalla metà degli anni Settanta, trasferitosi a Roma, dopo una ricerca orientata verso il concettualismo, si è rivolto alla pittura, lavorando a stretto contatto con Sandro Chia e Francesco Clemente. Con loro e con Nicola De Maria e Mimmo Paladino è divenuto uno dei protagonisti della transavanguardia. Enzo Cucchi ha realizzato numerose mostre personali e ha partecipato a mostre collettive nei più importanti musei italiani e stranieri come la Kunsthalle di Basilea, il Solomon R. Guggenheim di New York, la Tate Gallery di Londra, il Centre Georges Pompidou di Parigi, il Castello di Rivoli, Palazzo Reale a Milano, il Sezon Museum of Art di Tokyo, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, il Musée d’art moderne di Saint- Etienne Metropole, il Museo Correr di Venezia, la Triennale di Milano. Ha partecipato, inoltre alla 39. Biennale di Venezia e a Documenta7 a Kassel. Le sue opere si trovano nelle più importanti collezioni pubbliche e private in Italia e nel mondo.

LABORATORIO SACCARDI

Il Laboratorio Saccardi è una formazione artistica palermitana, creata da Vincenzo Profeta (Palermo, 1977), Marco Barone (Palermo, 1978), nel 2002. Il Laboratorio Saccardi, utilizza diversi linguaggi, dalla pittura al video, dalla fotografia alla poesia visiva, alla scultura, nel segno di un dichiarato intento ludico e dissacratorio sceglie un’espressività provocatoria, di autodefinita “irrisione dello star-system dell’arte e dell’intellettuale”. Tutto parte dalla conoscenza profonda della storia dell’arte da cui i due artisti traggono inesauribili spunti per poi applicarli random nei quadri o nei video, senza risparmiare nessuno: da San Gerolamo nel Box alla Beecroft gambizzata, passando dall’onnipresente Picasso con la maglietta a righe, arrivando fino a Warhol con la parrucca bianca