Per-Aurora-volume-quinto-cop4

Il polpo

Il polpo

Dal libro “Per Aurora volume quinto” ecco uno stralcio del racconto

“Così fu”.

 

Per Aurora volume quinto


Nel novero delle pseudo allucinazioni cataloghiamo di norma ogni nostra esperienza personale che non abbia conforto nei più ampi riscontri di una consistente parte della collettività.

Tuttavia, fin quando si tratti di percorsi semplicemente mentali, fantasiosi o sognanti che siano, i nostri interlocutori appaiono sempre propensi a benevoli ascolti e ad indulgenti interpretazioni, mentre, nei rari casi in cui un tale, qualcuno, riferisca il materializzarsi di una situazione pratica, tangibile, oggettiva, inspiegabile per le conoscenze del momento, ecco che scattano sistemi di auto difesa collettiva i quali, se pure non apportando benefici al progresso generale delle conoscenze comuni, tuttavia permettono la stabilizzazione di apparati atti ad avviare coprifuochi preventivi, e finanche essi, in casi estremi, attivano apposite strutture cui affidare il disorientato protagonista per la cura di presunte malattie mentali.

Penso al polpo che, in un giorno particolare, stanai senza procurargli alcun danno fisico da una grotta ricavata nella fenditura di due macigni precipitati dalla parete sovrastante la baia di Cartaromana a seguito d’interventi speculativi

Lo trasportai con la massima delicatezza fino a riva, accettando la pressione delle ventose procurata dal suo difensivo avvolgersi al mio braccio.

Giunto a riva, lo immisi in una vasca trasparente, non tanto profonda, ma ben sufficiente a contenerlo tutto, ebbene, mi fermai a notare che il polpo restava quasi costantemente con la testa fuori acqua.

Rimasi stupito, non perché stessi assistendo ad un atteggiamento sconosciuto, ma per l’improvvisa consapevolezza che non avrei mai tentato di dare una spiegazione a tale modo di agire forse solo apparentemente contraddittorio con la natura marina del polpo.

Con l’intento di assegnare un preciso contenuto di analisi comportamentale ai mutamenti delle sue azioni, preparai una tanica trasparente piena d’acqua di mare, lo presi per la testa, lo trasferii in essa, chiusi il lato superiore del contenitore mediante una rete a maglie larghe sì, ma non tanto da permettergli di attraversarle, ed in questo stato lo trasportai in un tour di conoscenza del “nostro” mondo attraverso tappe puntigliosamente preordinate.

Il polpo poté guardare vari programmi televisivi tra cui il telegiornale di Emilio Fede e un documentario avente per oggetto il mondo sommerso della costa tirrenica, fece conoscenza con le cagnette – cucciole curiose – Rotty e Lola che l’intimidirono sbuffandogli aria calda con le lingue penzoloni, ebbe modo di ammirare erbe, cespugli, fiori, alberi, nuvole, cielo, sole, luna stelle, automobili, strade, piazze. Suoni, vento.

Ebbe contatto fisico con molte specie di animali mai prima incontrati né immaginati: i gatti del ristorante con locanda sulla banchina, i canarini i cardellini ed i pappagallini del barbiere di Via Colonna, le galline i conigli le oche ed i tacchini della contadina con piscina termale ed impianto foto voltaico posizionato sul tetto della stalla.

Ascoltò in presa diretta suoni e rumori, senza le distorsioni provocate dalle onde frangenti sulle scogliere, dal rotolare dei sassi sui fondali marini per le irrequiete risacche, dalle eliche dei gommoni, motoscafi, navi crociera cariche di pseudo sfaccendati amanti del mare ma che incoerentemente avevano scelto d’immergersi nelle piscine sul ponte di prima classe e cibarsi con gamberi, aragoste e molluschi – polpi compresi purché piccoli e teneri -.

Udì il suono di campane a festa per la gloria di Sant’Anna, il contemporaneo tripudio della processione durante il tragitto verso l’omonima antica chiesetta abbandonata, semi diroccata ed invasa da bisce topi ed insetti di ogni dimensione. Percepì i collettivi sussurri “gloria” – “amen” – deo gratia” della folla di fedeli in simbiosi con le omelie dei sacerdoti e del vescovo.

Ebbe giorno e notte diversamente sfolgoranti rispetto alle ottenebrate ripetitività dei suoi fondali marini.

Quando mai aveva annusato il letame degli animali da cortile, il sudore del suonatore di tuba ingabbiato nella divisa delle grandi occasioni, il fumo magico dell’incenso, gli olezzi artificiali a base di fiori d’arancio – gelsomino – rosa antica – giglio – tabacco cubano – hashish – marijuana dei penitenti in processione, i fumi bianchi e sudici di salsicce alla brace – pesci fritti – polpi in casseruola esalati durante una festa di ringraziamento per il patrono locale durante le ore antecedenti lo spettacolo dei fuochi pirotecnici?

Ho detto polpi in casseruola, poiché in un anno furono effettivamente serviti in casseruola e non all’insalata come in tutti gli anniversari precedenti.

Il termine della lunga immersione nell’aria che gli concessi, coincise con il momento in cui mi parve di aver appagato la mia sete di conoscenza per i suoi comportamenti, e quando finalmente decisi che avrebbe avuto una quantità innumerevole d’informazioni da ripetere ai suoi, devo dire con-terranei se non posso dire con-sabbinei o con-scoglierei.

Lo rimisi in mare nella stessa identica buca dello stesso scoglio dalla quale l’avevo prelevato, soddisfatto di sapere che in poche ore gli avevo elargito tutta una serie di esperienze, i cui racconti, una vota illustrati ai suoi simili, l’avrebbero fatto apparire alla loro incredulità, né più né meno simile ad un umano che tentasse di far credere ad un gruppo di concittadini d’essere stato trasportato in una dimensione extra terrestre.

Naturalmente se i molluschi avessero lo stesso nostro distorto rapporto con la realtà.

L’amore è negli occhi di chi ti guarda.

Le confusioni sono nella mente di chi non ti ascolta.

Bruno Mancini

Negozio di Bruno Mancini

La vetrina autore di Bruno Mancini

Per Aurora vol 5 cop post

Per Aurora volume quinto E-BOOK

Prezzo € 3.12 (IVA esclusa)
Copyright Bruno Mancini (Licenza di copyright standard)
EdizionePrima
Editore Bruno Mancini
Pubblicato 30 settembre 2011
Lingua Italiano
Pagine109
Formato del file PDF
Dimensioni del file11.89 MB
Formati per questo eBook
PDF
Software necessario Tutti i lettori PDF, Apple Preview
Periferiche supportate Windows PC/PocketPC, Mac OS, Linux OS, Apple iPhone/iPod Touch
N. di periferiche Illimitato
Testo e pagine fluide Pagine
Stampabile? Sì

Per Aurora volume quinto edizione cartacea

Per Aurora volume quinto cop4

Dettagli del prodotto
Prezzo € 11,06 (IVA esclusa)
Stampa in 3-5 giorni feriali
ISBN 9781409281849
Copyright Bruno Mancini (Licenza di copyright standard)
Edizione Prima
Editore Bruno Mancini
Pubblicato 25 ottobre 2011
Lingua Italiano
Pagine 109
Rilegatura Copertina morbida con rilegatura termica
Inchiostro contenuto Bianco e nero
Peso 0,21 kg
Dimensioni (centimetri) Larghezza: 15,24, altezza: 22,86
Classifica delle vendite di Lulu: 7532

Per Aurora – Tutti i racconti

per-aurora-tutti-i-racconti-cop-ant

Prezzo € 16,92 (IVA esclusa)
Stampa in 3-5 giorni feriali
Dettagli del prodotto
ISBN 9781445237534
Copyright Bruno Mancini (Licenza di copyright standard)
Edizione Prima
Editore Bruno Mancini
Pubblicato 26 novembre 2009
Lingua Italiano
Pagine 454
Rilegatura Copertina morbida con rilegatura termica
Inchiostro contenuto Bianco e nero
Peso 0,75 kg
Dimensioni (centimetri) Larghezza: 15,24, altezza: 22,86